Casi ed esperienze di successo: quando la logistica passa dalle parole ai fatti.




Fiere ed Eventi

Anteprima convegno ‘La logistica cambia passo’, Salsomaggiore Terme, 15 aprile 2014.

7 Marzo 2014



Premessa
La propensione all’innovazione e la ricerca dell’efficienza, con o senza crisi, sono due atteggiamenti connaturati alla logistica e a chi se ne occupa, a tal punto che dedicare un convegno a questo tema parrebbe una tautologia, quindi inutile ai fini di arricchire le conoscenze dei partecipanti.

Ma a inizio anno, e quindi ben prima che il concetto diventasse una sorta di parola d’ordine nazionale, pensare a un titolo come ‘La logistica cambia passo’ è sembrato dare corpo a uno dei desideri che animano noi logistici: perché la logistica vorrebbe cambiare passo (è nata anche per questo), ma non sempre ci riesce.


Uno dei motivi, già oggetto di dibattito in alcuni dei passati convegni, è il ruolo dei logistici nei processi decisionali dell’azienda: siamo persone tristi, spesso poco ascoltate perché facciamo discorsi spiacevoli, presentando – dati alla mano – inefficienze sulle quali vorremmo che la dirigenza lavorasse.
Ma non possiamo farlo da soli, perché sappiamo che unicamente il gioco di squadra potrebbe portare all’obiettivo.

Un altro punto essenziale è che, nonostante sia del tutto illogico (vogliamo dire sciocco?) fare sempre le stesse cose aspettandosi poi risultati differenti, in realtà nelle aziende, anche in quelle più piccole e sulla carta più flessibili, ci sono molte resistenze al cambiamento: è difficile far cambiare abitudini ai singoli, e ci vuole un certo coraggio per andare a stravolgere equilibri “politici” che hanno comunque portato a soluzioni di compromesso tutto sommato sostenibili.
E poi, finché la barca va lasciala andare: del resto, si è sempre fatto così.

È ancora possibile (non) muoversi in questo modo oggi? Forse, anche se noi crediamo di no.
E visto che, da buoni logistici, ci piacciono poco le parole, molto i numeri e ancor più i fatti, abbiamo deciso di dedicare un convegno a chi il cambiamento l’ha realizzato davvero, e adesso si trova più avanti rispetto ai concorrenti e forse anche alla crisi: perché ha investito in una soluzione per gestire le scorte, perché ha introdotto l’automazione nel material handling, perché ha implementato l’RFID, perché ha individuato l’interlocutore giusto al quale affidare la propria logistica.
Soprattutto perché ha cambiato approccio, cambiato cultura, ‘cambiato passo’, appunto. E se l’hanno fatto “gli altri”…

Qui sotto andiamo a presentare in anteprima gli abstract delle relazioni che vi verranno proposte il 15 aprile al convegno di Salsomaggiore Terme, che Logisticamente ha organizzato in collaborazione con AILOG e Unione Parmense degli Industriali.

Partecipare è gratuito, e siamo convinti sia anche utile: è sufficiente compilare il modulo di registrazione a questo indirizzo.

Desideri partecipare gratuitamente?


Segreteria organizzativa:
Logisticamente Srl, Tel. 0521 944250 – Fax 0521 943033
Email
segreteria@logisticamente.it


Indice degli interventi

  1. Stefano Bianchi, AB Coplan
    Innovare per migliorare: da dove si comincia?

  2. Giuseppe Fontanazzi, Eurostandard, Paolo Azzali, AB Coplan
    L’Inventory Management System di Eurostandard: un esempio di innovazione dei processi e dei sistemi.

  3. Giorgio Solferini, Alfacod
    EAGLE, l’innovativo Forklift Guidance System: presentazione di un caso aziendale.

  4. Attilio Casella, BTG Tecnologie, Stefano Baroni, Smart Res
    RFID: soluzione trasversale per un magazzino veloce ed accurato. Una serie di esempi concreti.

  5. Michele Frazzi, Lean specialist
    L’innovazione di processo realizzata col sistema Global Value Mapping. L’efficacia del metodo vista attraverso la sua applicazione ad una azienda meccanica. Un caso di studio.

  6. Mario Ascari, Pro-Vision, Imerio Patrini, Lumson
    Rinnovare il WMS: una scelta obbligata. Presentazione del caso Lumson.

  7. Alessio Longhini, Door2Green
    Door2Green: Quando innovazione ed efficienza fanno rima con sostenibilità.


Stefano Bianchi (AB Coplan)

Innovare per migliorare: da dove si comincia?

Si comincia guardandosi allo specchio, o meglio ancora scattando una fotografia della situazione attuale che sia il più possibile nitida e impietosa, in modo da mettere a fuoco i difetti.
In campo tecnico e logistico, questo significa individuare i K.P.I corretti in base ai quali misurare le prestazioni, mappare flussi e processi e soprattutto elaborare una serie di dati che siano in grado di fornire una risposta il più possibile oggettiva alla domanda: “quale strada devo imboccare?”.

Leggi la presentazione aziendale di AB Coplan »

^ torna all’indice ^

Giuseppe Fontanazzi (Eurostandard), Paolo Azzali (AB Coplan)

L’Inventory Management System di Eurostandard: un esempio di innovazione dei processi e dei sistemi.

L’innovazione accresce il valore aggiunto dei processi organizzativi aziendali.
Il valore aggiunto di un innovativo processo di programmazione della produzione sta nella sua capacità di mettere a disposizione della fabbrica le risorse necessarie nel modo più efficiente possibile.
Il tutto minimizzando tempi e costi e quindi soddisfacendo contemporaneamente le esigenze produttive e del mercato.
In Eurostandard, azienda leader in Italia e nel mondo nella produzione di raccordi in polietilene per la distribuzione del gas e dell’acqua, si è implementato un sistema innovativo di pianificazione continua che fonde logiche di tipo MRP e logiche EOQ per garantire costantemente la disponibilità di componenti e prodotti finiti nel rispetto dei vincoli produttivi.
Il caso è particolarmente interessante anche da un punto di vista sistemistico in quanto l’IMS si pone come anello di congiunzione fra l’ERP e lo schedulatore della produzione.

Leggi la presentazione aziendale di AB Coplan »

^ torna all’indice ^

Giorgio Solferini (Alfacod)

EAGLE, l’innovativo Forklift Guidance System: presentazione di un caso aziendale.


EAGLE – Forklift Guidance System“, rivoluzionario e innovativo sistema per governare le missioni di magazzino comandate dal vostro WMS.
Garantisce la precisione millimetrica nella gestione dei carrelli e nell’individuazione dei colli grazie alle tecnologie GPS, Marker e WiFi (non ci avvaliamo della tecnologia RFID).
L’Interfaccia grafica evoluta con visualizzazione del magazzino in 3D, indica le azioni da compiere, i percorsi da seguire, identifica con colore diverso i colli sul punto di presa e di rilascio e offre un sistema di anticollisione. Facilita il lavoro anche a personale meno esperto.
Ai Responsabili di Magazzino offre una visione globale delle missioni e di ogni spostamento di carrelli e pallet, con statistiche dettagliate.
I vantaggi immediati: tracciabilità completa, eliminazione spedizioni errate, riduzione costi: -25% missioni a vuoto, -10% costi flotta (gomme, carburante, ecc.), -30% addestramento del personale.

Leggi la presentazione aziendale di Alfacod »

^ torna all’indice ^

Attilio Casella (BTG Tecnologie), Stefano Baroni (Smart Res)

RFID: soluzione trasversale per un magazzino veloce ed accurato. Una serie di esempi concreti.

Oggi la tecnologia RFId è consolidata e le ormai diverse installazione in campo logistico e non solo ne confermano l’efficacia e la convenienza economica.
L’uso dei tag RFId è trasversale alle applicazioni ed ai mercati.
Risolve esigenze di tracciabilità, di accuratezza d’inventario, di logistica di magazzino, d’identificazione del prodotto lungo la filiera produttiva, di anticontraffazione ed altro ancora.
Il settore del fashion ha per primo capito il vantaggio estremo del suo utilizzo sfruttando le potenzialità dell’RFId, da un lato per combattere l’anticontraffazione e dall’altro per raggiungere livelli di tracciabilità e accuratezza nell’intero ciclo della logistica che erano impensabili prima.
In questa conferenza cercheremo di mostrarvi come si possa fare innovazione e cambiare passo nel vostro processo di logistica introducendo la RFId con semplicità, efficacia e ritorno economico.
Vi parleremo di come la collaborazione fra il system integrator BTG Tecnologie e il produttore di tag Smart Res è riuscita ad offrire al cliente soluzioni complete ed affidabili nel tempo.
Parleremo dei casi: Imperial, per evidenziare un caso in cui la velocità di magazzino è stata l’esigenza; di un famoso marchio del fashion femminile che cercava una gestione efficace di magazzino per ridurre i costi ed aumentare l’accuratezza; Sigma G, distributore, che ha bisogno di conoscere puntualmente i costi da imputare ai singoli prodotti; Rolline, un produttore di pneumatici ricoperti per il quale è vitale avere la tracciabilità per gestire la manutenzione.

Leggi la presentazione aziendale di BTG Tecnologie »
Leggi la presentazione aziendale di Smart Res »

^ torna all’indice ^

Michele Frazzi (Lean specialist)

L’innovazione di processo realizzata col sistema Global Value Mapping. L’efficacia del metodo vista attraverso la sua applicazione ad una azienda meccanica. Un caso di studio.

L’innovazione di processo indirizzata all’aumento della produttività e della qualità rappresenta uno dei temi più caldi di questi ultimi anni.
In particolare da qualche decennio si sta imponendo sempre di più l’utilizzo del metodo organizzativo Lean nell’affrontare le sfide poste dai mercati, sempre più discontinui ed imprevedibili.
Il metodo del Global Value Mapping delineato ed esposto in questo intervento propone nuove direttrici di evoluzione rispetto all’approccio Lean Classico, in particolare si pone l’obiettivo di massimizzare il valore di una azienda e la sua capacità competitiva attraverso il miglioramento complessivo del valore aggiunto prodotto da ciascuno dei suoi processi.
A tale scopo individua un modello di struttura aziendale ideale e una metodologia di analisi che facilita la riorganizzazione delle attività in una chiave più efficiente.


^ torna all’indice ^
Mario Ascari (Pro-Vision), Imerio Patrini (Lumson)

Rinnovare il WMS: una scelta obbligata. Presentazione del caso Lumson.

Il WMS sta assumendo un ruolo strategico in ogni realtà che vuole continuare a competere in un contesto economico in profonda trasformazione.
La logistica è senza dubbio una delle aree maggiormente interessate dal cambiamento in atto. I WMS sono tra i sistemi su cui si concentrata maggiormente l’attenzione delle aziende.
Ciò è dovuto al fatto che il WMS viene sempre più identificato come uno strumento che può agevolare il cambiamento incrementando il vantaggio competitivo aziendale.
Il rinnovamento del WMS è quindi una sfida impegnativa non priva di insidie.
In occasione del convegno “La logistica cambia passo”, organizzato da Logisticamente il 15 Aprile, l’Ing. Ascari Mario di Pro-Vision (www.pro-vision.it), società specializzata in sistemi per la gestione della logistica aziendale, affronterà i tempi legati al rinnovamento del WMS.
Al fine di fornire suggerimenti, spunti e riflessioni di merito verrà esposto come la Società LUMSON SPA (www.lumson.com), operante nel comparto cosmetico, ha gestito efficacemente il processo di rinnovamento del WMS.

Leggi la presentazione aziendale di Pro-Vision »

^ torna all’indice ^

Alessio Longhini (Door2Green)

Door2Green: Quando innovazione ed efficienza fanno rima con sostenibilità.


In un mondo sempre più globalizzato, la supply chain aziendale tende a diventare sempre più complessa. Di conseguenza, soprattutto per le Aziende per le quali la logistica è no-core, un presidio non attento delle attività logistiche può portare a perdite di efficienza importanti.
In questo contesto, sempre più spesso le Aziende iniziano progetti di esternalizzazione e riorganizzazione che però non portano ai benefici attesi, il più delle volte perché non si hanno a disposizione gli strumenti e le informazioni adatte a supportare i vantaggi previsti dal progetto.
L’incontro sarà quindi occasione per scoprire il modello di approccio al mercato di Door 2 Green, che propone un percorso ideale che parte dalla definizione del valore nei processi del Cliente per accompagnarlo in tutte le fasi di implementazione del nuovo modello logistico; il tutto è abilitato dal governo diretto delle componenti di supporto informativo e dalla capacità di offrire e coordinare i servizi di logistica e trasporto, con un occhio sempre attento alla sostenibilità ambientale.

Leggi la presentazione aziendale di Door2Green »

^ torna all’indice ^





A proposito di Fiere ed Eventi