Questo sito richiede JavaScript per funzionare correttamente. Si prega di abilitare JavaScript nel browser e ricaricare la pagina.
Milano Area C: allo studio un progetto per eliminare i furgoni.

Il centro di smistamento logistico sarà l'Ortomercato.




Logistica Sostenibile

Milano Area C: allo studio un progetto per eliminare i furgoni.

29 Agosto 2012

L’Area C di Milano, che dopo la sospensione imposta dal Consiglio di Stato lo scorso 25 luglio dovrebbe essere riattivata, con le modifiche opportune, il 12 settembre, è oggetto di studio per un progetto di city logistics con l’obiettivo di liberare il capoluogo lombardo dai furgoni.

L’Assessore al Commercio e alle Attività Produttive Franco D’Alfonso presenterà un progetto da 3-4 milioni di euro per ridurre i furgoni che entrano in centro ad approvvigionare i negozi, ad oggi stimato nella percentuale del 12,7% degli ingressi in Area C.

Camion e tir si fermeranno ogni mattina presso una nuova piattaforma logistica davanti all’Ortomercato, dove scatoloni e imballaggi verranno trasferiti su altri mezzi in base a categorie, percorsi, orari e priorità: in questo modo verrà velocizzata la distribuzione delle merci e ridotto il numero di veicoli in circolazione.

Esprime qualche dubbio Ettore Montagna, segretario regionale di Filt-Cgil trasporti, che pone l’accento sul rischio della perdita di posti di lavoro in seguito all’entrata in funzione del nuovo progetto logistico entro fine 2012: ancora non è ben chiaro infatti il futuro dei lavoratori che oggi trasportano le merci in centro nel nuovo assetto, che prevede l’istituzione di un consorzio misto pubblico-privato a gestire il nuovo sistema.





A proposito di Logistica Sostenibile