Nato con la Legge n.1085/67, illustra i risultati di novanta tra rilevazioni ed eleborazioni statistiche annuali.




Trasporti Nazionali e Internazionali

Online il Conto Nazionale delle Infrastrutture e dei Trasporti – Anni 2010-2011.

18 Luglio 2012

È disponibile online sul sito del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il file della nuova edizione del Conto Nazionale delle Infrastrutture e dei Trasporti (CNIT 2010-2011).

Il Conto, inserito nel Programma Statistico Nazionale di competenza del Ministero, contiene dettagliate informazioni sullo stato e sull’evoluzione del settore ed illustra i risultati di oltre novanta tra rilevazioni ed elaborazioni statistiche sulle infrastrutture e sui trasporti.

Il documento è stato redatto dall’Ufficio di Statistica dell’Amministrazione in collaborazione con il Ministero, altre Amministrazioni Pubbliche, Istat e numerosi Enti, Aziende ed Istituti di ricerca di settore.

Il Conto, nato con la Legge n.1085/67, ha assunto, nel corso degli anni, una valenza sempre più rilevante nell’ambito delle statistiche ufficiali nazionali.

Il CNIT 2010-2011 illustra, in particolare, i risultati di oltre novanta tra rilevazioni ed elaborazioni statistiche annuali sulle infrastrutture e sui trasporti.

Tra i temi tradizionalmente trattati ed i numerosi argomenti introdotti per la prima volta si segnalano:
– le statistiche sui conti nazionali e le serie di dati di settore relativi a valore aggiunto, costi intermedi, unità di lavoro, redditi, retribuzioni, spese delle famiglie, prezzi ed imprese, analizzate anche in relazione all’evoluzione delle principali attività economiche;
– relativamente ai trasporti, le serie storiche e gli indicatori su infrastrutture, mezzi, traffico passeggeri e merci per modo di trasporto, il mercato dell’auto, le patenti di guida, il trasporto pubblico locale, la domanda di mobilità, le spese pubbliche e private di settore, l’incidentalità e le altre esternalità derivanti dai trasporti, il piano nazionale della logistica, la cantieristica navale ecc.;
– per quanto riguarda le infrastrutture, i lavori pubblici e le politiche abitative, la Legge Obiettivo e le opere di rilevanza strategica e nazionale, le reti stradali e ferroviarie, i porti, gli interporti, le reti di trasporto trans-europee, le reti idriche, le dighe e le infrastrutture per i servizi di rete, i programmi di riqualificazione urbana e di sviluppo sostenibile del territorio, le caratteristiche strutturali dei lavori pubblici, l’abusivismo edilizio, la riqualificazione e la trasformazione urbana.





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali