L’automazione incrementale diventa accessibile a tutti




Sistemi di Magazzino

L’evoluzione promossa da Scandit

4 Ottobre 2019

Il progresso tecnologico, ormai entrato nella quotidianità di ogni impresa o retail, diventa economicamente accessibile grazie a Scandit, impresa nata in Svizzera nel 2009.

La novità si basa sull’idea di fornire ai rivenditori di generi alimentari un programma di automazione completo attraverso smartphone abilitati.
Questi device sono sviluppati sul principio del riconoscimento ottico dei caratteri OCR e della realtà aumentata AR, offrendo quindi grandi benefici attraverso la semplice installazione di una app.

I venditori, non più costretti a istallare telecamere, bilance, scaffali elettronici o robot, possono puntare al progresso e alla rapidità senza dover affrontare spese e rivoluzioni troppo dispendiose. Attraverso questa introduzione, Scandit guida le imprese interessate verso una riorganizzazione del supply chain e della gestione del magazzino.

Come sottolinea l’azienda di consulenza McKinsey, l’utilizzo di telefoni per l’automazione digitale permette ai retail di “liberarsi della tirrania dei cicli di bilancio e della replica della spesa in conto capitale dello scorso anno”.

Questo aspetto ha un ruolo centrale nella scelta di adottare sistemi di automazione incrementale, che possono essere continuamente aggiornati senza la necessità di ulteriori spese, come invece avviene nei casi di automazione con modelli di hardware tradizionale, che necessitano invece di continue revisioni e manutenzioni.





A proposito di Sistemi di Magazzino