tecnologia termometrica

Emergenza post-Covid, Alha Group integra la tecnologia termometrica e il controllo accessi

15 luglio 2020
(Comunicato stampa)

Per fronteggiare l’emrgenza sanitaria post Coronvirus, Alha Group ha messo in piedi un sistema all’avanguardia di nove telecamere termiche distribuite tra le sedi di Malpensa, Roma Fiumicino, Segrate, Pioltello, Verona e Prato, firmato dalla multinazionale tedesca MOBOTIX, che ha permesso ad Alha di rispondere praticamente in tempo reale alle nuove esigenze di protezione e tutela del personale, integrando la tecnologia termometrica e il controllo accessi.

Alha Group, il principale Cargo Handling Agent dell'aeroporto di Malpensa, si fa carico di grandi numeri: 400 milioni sono i chili di merce movimentata ogni anno, 25.000 i metri quadri delle aree operative, 32 le compagnie aeree e 34 i voli aerei all cargo (aeromobili di grandi dimensioni in grado di imbarcare solo merci) in arrivo e in partenza ogni settimana.
Questi numeri hanno spinto Alha a dotarsi già da tempo di un sistema di videosorveglianza che offrisse i massimi livelli di protezione.

Un sistema all’avanguardia, firmato dalla multinazionale tedesca MOBOTIX, che ha permesso ad Alha di rispondere praticamente in tempo reale alle nuove esigenze di protezione e tutela del personale legate all’emergenza Covid-19.

“Abbiamo installato nove telecamere termiche MOBOTIX distribuite tra le sedi di Malpensa, Roma Fiumicino, Segrate, Pioltello, Verona e Prato. Per le sedi più grandi di Malpensa e Fiumicino, abbiamo implementato più di una telecamera in modo da coprire in maniera strategica tutte le aree di maggiore affluenza”, ha commentato Marco Alesi, security manager di Alha Group.

Come funzionano le telecamere termiche?


Le nuove telecamere termiche sono integrate in un sistema di video sorveglianza MOBOTIX che consta di 140 telecamere presso il cargo dell’aeroporto di Malpensa, di cui 10 a bordo dei veicoli con i quali si effettua il trasporto dai velivoli ai magazzini e viceversa, 14 presso la sede di Roma Fiumicino e altre 27 in quella di Prato.

Progetto pilota nel progetto, la realizzazione di una vera e propria “gabbia virtuale” dove Alha protegge da furti l’elettronica di consumo (di alto valore ma anche di piccole dimensioni): un sistema di allarme a raggi infrarossi delimita la zona predefinita e appena si entra, la telecamera raccoglie l'immagine dell’intruso e invia i relativi frame, in modo da individuare chi ha innescato il sistema di allarme.

In pratica, Alha ha superato l’esigenza di una struttura fisica e relativi costi, da aprire con chiave e da richiudere, con una soluzione indubbiamente innovativa che rappresenta un importante vantaggio nella fluidità dei processi.
Le telecamere MOBOTIX sono infatti integrate nel sistema antintrusione attivato e disattivato tramite badge e fungono addirittura da sensori per il rilevamento presenze, con la possibilità di inviare fotogrammi nel momento in cui il sistema fosse disattivato.

Installate da Trium, partner storico del gruppo, già nei primi giorni di marzo, rispondendo immediatamente alla situazione di piena emergenza Covid-19, la nuova tecnologia termometrica permette ora ad Alha il controllo dei varchi di accesso sia agli uffici che ai magazzini.

All’interno delle sedi più grandi e con maggiore affluenza anche di personale di terze parti, è stata installata un’altra telecamera termica all’interno dei magazzini, che viene attivata solo nel momento in cui vi sia necessità o laddove venga richiesto un controllo specifico dalle forze dell’ordine o dalla guardia di finanza.

Altri articoli per Direttamente dalle Aziende

Video

Vedi tutti
Eventi e Workshop

"Alla ricerca della flessibilità" - webinar 07/07/2020

14 luglio 2020
Dalle Aziende
Conad Nord Ovest, la sfida vinta con Modula
11 maggio 2020
Dalle Aziende
Piattaforma Modula Cloud
08 aprile 2020

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Seguici su Twitter

@logisticamente