Servizi e accessori per il trasporto

OECD a sostegno dei porti come motore di sviluppo delle città.

08 gennaio 2015
L’Organizzazione per la Cooperazione Economica e lo Sviluppo ha cercato di aiutare le aree portuali ad essere maggiormente competitive, esaminando l’impatto negativo che ruota intorno all’attività del porto (infrastrutture, tempi di carico/scarico merci, accoglienza e servizi) e tentando di restituire ai porti il ruolo di protagonisti nello sviluppo economico delle città di mare.

I parametri presi in considerazione dall’OECD evidenziano come ad una tonnellata di merci che attraversa un porto venga attribuito circa 100 $ US di valore aggiunto, mentre un milione di tonnellate di merci che gravano sul porto producono più di 300 posti di lavoro nel breve termine.

Emerge dal rapporto quanto sia rilevante l’innovazione nel settore portuale per la crescita economica del tessuto urbano, alla luce dei risultati portati dai maggiori porti del mondo che investono in rinnovamento, tra cui Los Angeles/Long Beach, Tokyo, Oakland, Rotterdam e Houston.

Si ribadisce che un porto non può creare sviluppo per la città se questa non è competitiva.
I tre fattori principali per la crescita del porto-città restano:

  • disposizione di ampi bacini marittimi con piazzali e banchine;
  • operazioni portuali efficaci;
  • forti collegamenti con l’entroterra.
Categorie che generano domanda di un porto sono sempre quelle dei caricatori e spedizionieri, delle compagnie di navigazione e di altri operatori; per questo è importante che ci sia innovazione e ricerca di una molteplicità di collegamenti marittimi in modo da essere più attraenti per i caricatori, che a loro volta possono offrire servizi diretti e consegne veloci.

Il modello di successo economico per un porto-città, evidenziato nel rapporto OECD, è rappresentato da una panoplia di strumenti che vanno dal sostegno allo sviluppo alla pianificazione territoriale, ai piani di incentivazione, ai meccanismi di coordinamento del capitale umano. 

Secondo il rapporto, gli orizzonti dei flussi marittimi comprendono i “focal – point” nel sud-est asiatico, Estremo Oriente, Medio Oriente e nord-ovest dell’Europa.
È doveroso sottolineare che la chiave per il successo di un territorio marittimo riposa nella concentrazione efficace delle politiche di una città sul settore dei trasporti, per consentire una efficiente mobilità delle persone e delle merci.


Altri articoli per Servizi e accessori per il trasporto

Trasporo merci
Servizi e accessori per il trasporto
Guida autonoma
Servizi e accessori per il trasporto

Ultimi articoli per Trasporto

Trasporti nazionali e internazionali

Mise: al via Smart Mobility un bando da 20 mln su trasporti e mobilità

01 luglio 2020
Servizi e accessori per il trasporto

Trasporto merci: il nuovo E-Ducato al servizio Mercitalia Logistics

25 giugno 2020
Trasporti nazionali e internazionali

Logistica e trasporti: un valore che si muove tra territorio e lavoro

24 giugno 2020
Trasporti nazionali e internazionali

DL Semplificazioni: ecco le proposte di Confetra al Governo

22 giugno 2020
Servizi e accessori per il trasporto

Amazon, il gigante dell’e-commerce, investe sulla guida autonoma

16 giugno 2020
Servizi e accessori per il trasporto

Le spedizioni delle merci sono sempre più digitali

09 giugno 2020

Video

Vedi tutti
Dalle Aziende

Conad Nord Ovest, la sfida vinta con Modula

11 maggio 2020
Eventi e Workshop
Logisticamente Out: il workshop in 60 secondi
29 maggio 2019
Dalle Aziende
Piattaforma Modula Cloud
08 aprile 2020

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Seguici su Twitter

@logisticamente