Il porto di Honk Kong ha perso il 5,3% di volume di traffici nel 2012.




Servizi e accessori per il trasporto

Analisi di Clarkons: cresce la concorrenza tra i porti cinesi.

10 Gennaio 2014

A quanto riporta un’analisi del provider britannico Clarkons, che fornisce servizi integrati per il mondo dello shipping, gli scali portuali di Shanghai, Hong Kong e Shenzhen stanno perdendo terreno rispetto ai porti di seconda fascia, a volte situati in una posizione migliore rispetto agli insediamenti produttivi, come i porti di Xiamen, Guangzhou, Dalian, Yingkou e Lianyungang.

Il volume di traffici del porto di Hong Kong, infatti, è diminuito del 5,3% nel 2012 per la concorrenza degli scali nel delta del fiume Pearl, Tianjiin, Guanzgzhou Qingdao e Ningbo, cresciuti del 14,7% all’anno secondo la media stimata tra il 2007 e il 2012.

Il volume di container movimentato nei primi mesi del 2013 dai porti minori è stato pari a 140,9 milioni di teu, con un incremento del 7,5%.





A proposito di Servizi e accessori per il trasporto