Trasporti nazionali e internazionali

Confetra – Trasporto merci Gennaio-giugno 2013.

26 novembre 2013
In breve
Il Centro Studi Confetra - Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica - ha pubblicato la nota congiunturale sul trasporto merci in Italia confrontando i volumi di traffico e di fatturato tra il primo semestre 2012 e il primo semestre 2013.
Premessa
"Forse è iniziata l'inversione di tendenza": comincia così la nota congiunturale del Centro Studi Confetra, affermando che i dati del trasporto nazionale sia a carico completo che a collettame registrano un segno positivo, sia in termini di traffico che di fatturato, dopo quattro semestri di segni negativi.

Nell'indagine sulla percezione della fiducia da parte di imprese e consumatori, oltre ad una maggioranza di soggetti che prevede ancora una stabilità per il futuro, coloro che si attendono un miglioramento della situazione (30%) battono i "pessimisti" (11%), mentre erano i pessimisti a prevalere nella rilevazione precedente.

Vediamo quindi in sintesi quali sono i dati emersi dalla rilevazione per il primo semestre 2013 (notacongiunturale_NC2-2013), relativamente al trasporto stradale, al trasporto e alle spedizioni internazionali, al trasporto marittimo, al trasporto ferroviario e aereo, confrontandoli con quelli emersi dalla precedente rilevazione.


I dati sul traffico
I dati relativi all'andamento del traffico merci del primo semestre 2013 rispetto al primo semestre 2012 registrano un aumento positivo dei vettori su strada (+0,4% per i vettori nazionali e +0,2% per i vettori internazionali), mentre tra il 2011 e il 2012 si registrava una diminuzione rispettivamente del 4% e dello 0,5%.

Il traffico aereo, che tra il 2011 e il 2012 era diminuito del 5,8%, torna a crescere con un aumento dal 2012 al 2013 dello 0,5%.
Crescono anche le spedizioni internazionali aeree, a
umentate dello 0,8% (nel 2012 si registrava un calo dell'1,2%).

Torna a crescere anche il trasporto dei teu via mare, aumentato tra il 2012 e il 2013 del 4,3%, mentre il traffico delle rinfuse continua a calare (-3% tra 2011 e 2012 e -11,3% tra 2012 e 2013), e il traffico ro-ro diminuisce del 4,7% (tra il 2011 e il 2012 aveva invece registrato un +0,8%).

In calo anche il traffico delle spedizioni internazionali via mare (-0,5%), anche se in misura più lieve rispetto al primo semestre 2012 (aveva registrato un -4%).

Ancora in calo il traffico ferroviario, del 4,8% tra il 2011 e il 2012 e del 7,4% tra il 2012 e il 2013.
Strada e ferro crescono entrambi nel traffico di spedizioni internazionali, con un aumento dello 0,8%, a differenza della diminuzione dello 0,2% registrata nel 2012.

Per quanto riguarda i corrieri nazionali, le consegne hanno segnato un aumento dell'1,5% tra il 2012 e il 2013, in controtendenza rispetto al calo subito lo scorso del 2%.

Continuano a crescere le consegne degli express courier: dopo l'aumento del 2% lo scorso anno, quest'anno aumentano ulteriormente del 3,8%.


Fatturato e aspettative
"Il fatturato continua a crescere meno del traffico in tutti i comparti, con una progressiva erosione dei margini, confermata dal dato Banca d'Italia sulle sofferenze bancarie del settore, cresciute in un anno del 29%".

Le sofferenze bancarie delle imprese del settore trasporto e magazzinaggio, infatti, sono cresciute del 29% tra il primo trimestre 2012 e il primo trimestre 2013, superando i 3,1 miliardi di euro.
L'aumento, se si considera il periodo dal primo trimestre 2009 al primo trimestre 2013, è pari al 223%.

Le discrepanze tra i dati sul traffico e sul fatturato riguardano tutte le modalità: sono relative al fatturato degli autotrasportatori, cresciuto dello 0% a livello internazionale e dello 0,2% a livello nazionale; al fatturato degli spedizionieri internazionali (+0% per strada e ferro, +0,2% per il trasporto aereo); dei corrieri nazionali (+1,2% di fatturato a fronte del +1,5% di traffico); e degli Express courier (+3,2% di fatturato a fronte di un traffico aumentato del 3,8%).

Gli spedizionieri via mare, che hanno registrato una diminuzione dello 0,5% nel traffico, registrano una diminuzione anche nel fatturato (-0,2%).

I tempi medi di incasso sono pari ad 85 giorni (erano 87 nel primo semestre 2012).
Le insolvenze rispetto al fatturato passano dal 2,6% del primo semestre 2012 al 2,1% del primo semestre 2013.

Infine, per quanto riguarda le aspettative di traffico per il secondo semestre 2013, per il 59% rimarrà stabile (a fronte del 71% nel primo semestre 2012), per il 30% sarà in crescita (rispetto al 10% nel primo semestre 2012), e per l'11% sarà in calo (a fronte del 19% nel primo semestre 2012).


Traffico nelle varie modalità
I dati sul transhipment evidenziano una crescita del 15,2% per il porto di Gioia Tauro, mentre il traffico dei teu è trainato dai porti di Trieste, che registra un aumento del 13,6%, di Ravenna (+11,1%), di Venezia (+4,1%), di La Spezia (+2,0%) e di Livorno (+0,9%).

A fronte della rilevazione negativa del traffico di ro-ro e delle rinfuse, il porto di Ravenna registra un aumento del 91% nel ro-ro, il porto di Napoli un
aumento del 49,7% nelle rinfuse e il porto di Venezia un aumento dell'1,7% nelle rinfuse.

Per quanto riguarda il traffico stradale, dalle fonti Aiscat, Sitaf, Autostrada del Brennero, risulta una generale diminuzione nei valichi stradali: -12,1% per il traforo Gran San Bernardo tra gennaio e maggio 2013; -8% per il traforo del Monte Bianco tra gennaio e maggio 2013; -4,5% per il Frejus; e -0,3% per il traforo del Brennero.

Anche i dati sull'andamento del traffico dei veicoli pesanti sulle autostrade italiane, forniti da Aiscat, registrano un calo, pari al 3,7% nei primi cinque mesi dell'anno, rispetto allo stesso periodo del 2012, anche se la caduta è rallentata rispetto alla rilevazione precedente pari a -7,6%.

Il Centro Studi precisa che l'Aiscat fornisce i dati sui viaggi e non sul trasportato, spiegando che probabilmente la crisi ha indotto i committenti e i vettori ad ottimizzare i carichi limitando i viaggi a vuoto, come conferma il calo di passaggi nei valichi alpini a fronte del tenue aumento di autotrasporto internazionale.

Per quanto riguarda il traffico aereo, Assaeroporti registra un aumento delle tonnellate trasportate per Bologna G. Marconi (+14,4%), per Venezia M. Polo (+11,4%); per l'aeroporto Milano Malpensa, con il traffico più alto di tonnellate, si registra una lieve crescita (+0,5%), come anche per l'aeroporto di Roma Fiumicino (+0,5%) e di Bergamo Orio al Serio (+0,3%).

Il trasporto ferroviario continua la sua discesa: analizzando i dati dal 2007, si nota come ci sia stata una brusca decrescita tra il secondo semestre del 2008 e il primo semestre 2009, e come, mentre per le altre modalità c'è stata una crescita progressiva, il trasporto ferroviario non sia più risalito oltre quei valori, diminuendo progressivamente fino al -7,4% registrato tra il primo semestre 2012 e il primo semestre 2013.

Secondo la nota del Centro Studi Confetra, incrociando i dati sul traffico autostradale, sull'immatricolazione dei veicoli industriali e sulla produzione industriale, la rilevazione sembra mostrare come "il fondo della crisi è stato toccato a metà dello scorso anno, dopodiché è iniziata una lenta risalita che dovrebbe, salvo imprevisti, far sentire presto i suoi effetti positivi".


Altri articoli per Trasporti nazionali e internazionali

Ultimi articoli per Trasporto

Trasporti nazionali e internazionali

Mise: al via Smart Mobility un bando da 20 mln su trasporti e mobilità

01 luglio 2020
Servizi e accessori per il trasporto

Trasporto merci: il nuovo E-Ducato al servizio Mercitalia Logistics

25 giugno 2020
Trasporti nazionali e internazionali

Logistica e trasporti: un valore che si muove tra territorio e lavoro

24 giugno 2020
Trasporti nazionali e internazionali

DL Semplificazioni: ecco le proposte di Confetra al Governo

22 giugno 2020
Servizi e accessori per il trasporto

Amazon, il gigante dell’e-commerce, investe sulla guida autonoma

16 giugno 2020
Servizi e accessori per il trasporto

Le spedizioni delle merci sono sempre più digitali

09 giugno 2020
Trasporti nazionali e internazionali

Furti di tir in Italia, un fenomeno in calo nell’ultimo anno

02 giugno 2020

Video

Vedi tutti
Dalle Aziende

Conad Nord Ovest, la sfida vinta con Modula

11 maggio 2020
Eventi e Workshop
Logisticamente Out: il workshop in 60 secondi
29 maggio 2019
Interviste
La transpologistica - Global Summit
01 dicembre 2017

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Seguici su Twitter

@logisticamente