Trasporti nazionali e internazionali

Il futuro delle reti Ten-t.

26 gennaio 2013
In breve
Le recenti dichiarazioni del Commissario straordinario alla galleria del Brennero, le posizioni degli industriali, le intenzioni di Confindustria: i Corridoi 5 e 1 al centro del dibattito, in merito alle reti ferroviarie trans-europee.
Premessa
Come avevamo anticipato qui, Mauro Fabris, commissario straordinario alla galleria del Brennero, ha recentemente rilasciato dichiarazioni in merito alla situazione del Corridoio 5, affermando: "Il Corridoio 1 è l'unico su cui potrà contare l'Italia per i prossimi decenni.
Come ha dichiarato il recente collega Mainardi, il vecchio Corridoio 5 di fatto non c'è.
Spagna e Portogallo non hanno soldi da investire, e ad Est non si sa cosa vogliano fare gli altri Paesi. L'idea di collegare con l'Alta Velocità Lisbona a Kiev è perciò tramontata".

Per tempi e costi, infatti, le tratte mancanti del Nordest, la Verona-Padova e la Venezia-Trieste, con un esborso totale di almeno 12 miliardi di euro, saranno difficilmente realizzabili.
Per Fabris è quindi necessario pensare alle linee già esistenti.
Se, infatti, la prospettiva di un collegamento ad est rischia di non potersi attuare, è tornato in luce il Corridoio 1, ovvero la linea ad alta velocità che collega Berlino e Palermo.
In questa linea "Nord" ha fondamentale importanza il ruolo del Brennero.

Fabris ha infatti aggiunto: "L'ho detto a Zaia, all'assessore Chisso e ai rappresentanti degli industriali: quello verso il Brennero sarà a lungo l'unico corridoio europeo che entrerà in Italia.
Bisogna esserne consapevoli: il Veneto continua a guardare ad est, ma l'unica porta dell'Europa nel prossimo futuro sarà a nord".

La chiusura dei lavori per il completamento della galleria del Brennero è prevista per il 2026.
In merito, Fabris ha dichiarato: "Purtroppo per il quinquennio 2007-2013 abbiamo perso una tranche di finanziamenti europei a causa dello stallo dei lavori, ma ora potremo dire che sul lotto 1, tra Fortezza e Ponte Gardena, e il lotto 4, che riguarda Verona, stiamo andando avanti".

Gli industriali comunque continuano a pensare al progetto di una Tav, limitato però nella tratta Padova-Brescia.
Franco Miller, delegato per la Confindustria veneta nel cda di Transpadana, ha infatti detto: "Sono perfettamente d'accordo con il commissario sul fatto che il corridoio 1 sia di primaria importanza, per la trasportistica europea.
Ma di lì a considerare che sarà l'unica porta d'Europa per l'Italia, questo mi sembra riduttivo".
Miller ammette le difficoltà nel reperire risorse, ma rilancia il progetto della Brescia-Padova, affermando che la Tav sarà completata nella tratta Milano-Venezia "prima che il corridoio 1 arrivi al Brennero".
Vediamo quindi in cosa consistono i rispettivi Corridoi, il numero 5 e il numero 1, e cosa significano concretamente per lo sviluppo delle reti italiane, come prospettive di un collegamento europeo.


Reti di trasporto trans-europee.
Le reti di trasporto trans-europee - Ten-t - sono state definite dal Trattato di Amsterdam del 1997 e dal Trattato di Maastricht, e comprendono reti stradali, ferroviarie, fluviali, marittime, aeroportuali, di trasporto combinato, di spedizione, di gestione del traffico aereo e di posizionamento e navigazione satellitare.

Il progetto include reti di trasporto, reti di telecomunicazioni trans-europee e reti energetiche trans-europee.
La rete ferroviaria trans-europea comprende la rete ferroviaria convenzionale e quella ad alta velocità.
Si tratta di un progetto costituito dalle grandi direttrici che attraversano l'Europa, collegandone le principali città.
Tali direttrici sono state definite il 23 luglio 1996 (1962/96/CE), per creare una grande rete di trasporto, sovranazionale, chiamata Trans European Network - TEN, e quindi ristabilire un equilibrio del trasporto merci.

Con Co-Decisione n° 884/2004 del Consiglio e del Parlamento Europeo, sono stati individuati 30 Progetti Prioritari, finanziati dall'UE, attraverso i fondi di bilancio 2007-2013.

Per l'Italia sono in corso di realizzazione i progetti prioritari: 1, Alta velocità ferroviaria Berlino-Palermo, che comprende il Tunnel del Brennero, di oltre 54 km, con una spesa di 5 miliardi di euro; 6, Alta velocità ferroviaria Lione-Torino-Milano-Trieste-Budapest, che comprende il tunnel del Moncenisio, di oltre 55 km e un costo di 6 miliardi di euro; 16, il Programma Galileo; 21, Autostrade del Mare e logistica portuale, con una spesa di 1 miliardo di euro; e 24, corridoio merci ferroviario Genova-Rotterdam, che comprende le linee di accesso ai tunnel alpini del Loeschberg e del Gottardo.

Le reti trans-europee passano per i cosiddetti Corridoi paneuropei.
Con la crisi economica, è stata necessaria una modifica in tali reti.
Quindi, il Corridoio 5, nel progetto prioritario n° 6,che doveva collegare Lisbona a Kiev, passando per la Torino-Lione (Lione-Torino-Milano-Venezia-trieste-Lubiana-Budapest-Kiev), a marzo 2012 è stato ridimensionato.

Abbiamo riportato le intenzioni degli industriali, per quanto riguarda la tratta Brescia-Padova, che fa parte della tratta Brescia-Venezia.
Questa ha un'estensione di circa 170 km, si sviluppa nel territorio lombardo e per la maggior parte in Veneto.

Per l'adeguamento dei Paesi Membri a standard europei, in particolare relativi all'eliminazione dei cosiddetti colli di bottiglia, l'Italia ha dovuto riconsiderare diversi punti nevralgici, che incidono sulle scelte del Governo.
Ecco perché la discussione sui Corridoi è ancora molto accesa.


Altri articoli per Trasporti nazionali e internazionali

Logistica a trasporti
Trasporti nazionali e internazionali
Auta Marocchi
Trasporti nazionali e internazionali

Ultimi articoli per Trasporto

Servizi e accessori per il trasporto

Amazon Air potenzia la sua flotta acquistando 11 aerei

19 gennaio 2021
Trasporti nazionali e internazionali

Logistica e trasporti: da gennaio stop ai viaggi notturni in Austria

14 gennaio 2021
Trasporti nazionali e internazionali

Quando il trasporto incontra la professionalità. Il caso Auta Marocchi

12 gennaio 2021
Servizi e accessori per il trasporto

Daimler Truck, Iveco e Volvo Group insieme per i camion a idrogeno

08 gennaio 2021
Servizi e accessori per il trasporto

DHL pronto a distribuire il vaccino di AstraZeneca in Italia

05 gennaio 2021
Servizi e accessori per il trasporto

Produzione e trasporto di vaccini contro il Covid-19, come avvengono?

30 dicembre 2020
Servizi e accessori per il trasporto

Cross docking, la soluzione logistica per ottimizzare la catena del freddo

29 dicembre 2020
Servizi e accessori per il trasporto

Amazon lancia un nuovo programma a sostegno degli autotrasportatori

28 dicembre 2020
Trasporti nazionali e internazionali

I cargo Amazon Prime sono arrivati anche in Italia

23 dicembre 2020
Servizi e accessori per il trasporto

Lavorare come autotrasportatore: padroncino o dipendente?

21 dicembre 2020
Servizi e accessori per il trasporto

FedEx acquista ShopRunner per potenziare la logistica per l'e-commerce

18 dicembre 2020
Trasporti nazionali e internazionali

Assoporti: pronti a supportare la catena del freddo per i vaccini

17 dicembre 2020
Trasporti nazionali e internazionali

Teleroute affronta il futuro del trasporto su strada con un fermo impegno p...

16 dicembre 2020

Video

Vedi tutti
Dalle Aziende

Swisslog AutoStore Swisslog number one Integrator

17 dicembre 2020
Eventi e Workshop
Logisticamente Out: il workshop in 60 secondi
29 maggio 2019
Interviste
La transpologistica - Global Summit
01 dicembre 2017

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Aziende

Vedi tutte

Ti presentiamo alcuni tra i migliori fornitori di servizi logistici

Seguici su LinkedIn

Logisticamente.it