Trasporti nazionali e internazionali

ACI-ISTAT: diminuiscono gli incidenti (-2,7%), i morti (-5,6%) e i feriti (-3,5%) sulle strade.

02 novembre 2012
Diminuiscono incidenti, morti e feriti sulle strade italiane.
Il Rapporto ACI-ISTAT - illustrato il 31 ottobre a Roma presso l’Automobile Club d’Italia – evidenzia, infatti, nel 2011 un calo, rispetto all’anno precedente, di sinistri (205.638; -2,7%), morti (3.860; -5,6%) e feriti (292.019; -3,5%), verbalizzati dalle Forze dell’Ordine.

Maggio è il mese nero, agosto quello in cui si registra il picco di mortalità, sabato il giorno con più morti, le 18:00 l’ora più critica.

Di notte si verificano meno incidenti ma più pericolosi, e i week-end sono fortemente a rischio. I giovani 20-24enni le principali vittime di incidenti mortali.
Il maggior numero di incidenti, morti e feriti si verifica sulle strade urbane, ma quelli più gravi avvengono sulle extraurbane. Più sicure le autostrade.

"I dati dimostrano come le nostre strade diventino ogni anno più sicure – ha affermato il presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani – ma c’è ancora tanto da fare: gli incidenti derivano da una scarsa cultura degli utenti della strada e ACI ha definito un sistema di formazione continua con nuovi programmi per il conseguimento della patente, corsi di guida sicura, attività di educazione dei genitori per l’uso dei seggiolini, servizi specifici per le utenze deboli.

Va poi sottolineato che i sinistri sono diminuiti del 22% in 10 anni ma le tariffe rc-auto non hanno seguito lo stesso andamento.
Per consentire un ribasso delle polizze, ACI ha presentato al Governo un progetto di legge in grado di ridurre del 40% i costi a carico delle famiglie, contrastando soprattutto il fenomeno delle frodi: speriamo veda presto la luce".

"Quest'anno - ha concluso il presidente dell’Istat, Enrico Giovannini - ha visto il consolidamento del modello organizzativo decentrato istituito con il protocollo di intesa nazionale ed è stata rafforzata la collaborazione con tutti gli organi di rilevazione territoriali.
Su queste basi costruiremo una nuova architettura di indagine che entro il 2015 dovrà portare alla realizzazione di un "sistema unico" di acquisizione dei dati in accordo con il processo di digitalizzazione già avviato".

Altri articoli per Trasporti nazionali e internazionali

Trasporti nazionali e internazionali
Trasporti nazionali e internazionali

Ultimi articoli per Trasporto

Servizi e accessori per il trasporto

Logistica e trasporti: a Karlsruhe le merci viaggeranno in tram

27 luglio 2021
Servizi e accessori per il trasporto

Nuovo accordo tra Amazon e Poste italiane nella logistica per l'e-commerce

19 luglio 2021
Servizi e accessori per il trasporto

Quali vantaggi dalle spedizioni online?

16 luglio 2021
Trasporti nazionali e internazionali

Aziende logistica e trasporti: una nuova immagine per Bracchi

14 luglio 2021
Software e sistemi per il trasporto

Telepass e TESISQUARE insieme per gestire la Supply Chain in real time

14 luglio 2021
Trasporti nazionali e internazionali

Logistica e trasporti: Confetra festeggia i 75 anni di storia

22 giugno 2021
Trasporti nazionali e internazionali

Piattaforma logistica del porto di Trieste, il futuro secondo Hhla

11 giugno 2021
Servizi e accessori per il trasporto

Logistica e trasporti: come spedire un pacco nel XXI secolo?

08 giugno 2021
Software e sistemi per il trasporto

Logistica 4.0 e digitalizzazione della Supply Chain: il caso Trenord

08 giugno 2021
Trasporti nazionali e internazionali

Logistica intermodale: a Malpensa accordo tra aereo-treno

31 maggio 2021

Video

Vedi tutti
Dalle Aziende

Amazon Logistics - Programma Delivery Service Partner

28 giugno 2021
Eventi e Workshop
Logisticamente Out: il workshop in 60 secondi
29 maggio 2019
Interviste
La transpologistica - Global Summit
01 dicembre 2017

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Seguici su LinkedIn

Logisticamente.it