Outsourcing

Re-location di laboratori: tutta la sicurezza della logistica.

30 gennaio 2013
In breve
Da diversi anni il mercato impone una razionalizzazione della struttura dei costi aziendali in ogni sua funzione. La ricerca, sia essa pubblica o privata, non sfugge a questo imperativo e si adegua attraverso ammodernamenti e re-location dei propri laboratori; ulteriori necessità di re-location nascono inoltre da collaborazioni scientifiche tra società o dallo sviluppo di partenariati scientifico/tecnologici.

Premessa
Esistono normali attività di logistica e consegna presso i laboratori di apparecchiature medicali (refrigeratori, cappe, strumentazioni) che necessitano una struttura logistica dedicata e competenze per effettuare introduzioni, posizionamenti, poweron ed assistenza logistica alla configurazione delle apparecchiature.


Esistono poi attività di logistica avanzata
qualora sia necessario gestire una re-location di laboratorio: i materiali da trasferire presentano caratteristiche specifiche e si devono utilizzare le migliori tecniche di packaging e di conservazione durante il trasferimento nel rispetto dei regolamenti applicabili.

In applicazione alle norme di sicurezza si può dover provvedere alla bio-decontaminazione di intere aree di laboratorio con certificato di avvenuta bonifica e libero rilascio.
Questi servizi possono essere svolti esclusivamente da società con altissime competenze, in grado di operare in completa sicurezza e di offrire anche una valida consulenza alle imprese.


Peculiarità della logistica nella re-location di laboratori
In questo articolo esamineremo, con l'aiuto di Annalisa Angelantoni, Vice Presidente della società Ahsi (Angelantoni Heraeus Scientific Instruments) l'approccio progettuale e le soluzioni logistiche adottate durante re-location di laboratori.

Sig.ra Angelantoni, qual è la mission di Ahsi?
Mission di Ahsi è mettere a disposizione dei clienti, sia del settore pubblico che di quello privato, prodotti e servizi di alta qualità offrendo una vasta gamma di apparecchiature scientifiche ed arredi tecnologicamente avanzati con soluzioni in differenti aree applicative.
Proponiamo soluzioni e progetti per la realizzazione, anche chiavi in mano, di laboratori, fornendo il supporto necessario per ciò che concerne tutti i servizi post vendita e le certificazioni. Siamo leader in Italia nel campo del freddo biomedicale, negli arredi tecnici, nelle cappe a flusso laminare, nella centrifugazione, negli incubatori sia microbiologici che a CO2.

A fianco delle normali attività di fornitura di apparecchiature, in quale ambito intervenite nella logistica di re-location di laboratori di ricerca?
Interveniamo in tutte le fasi preliminari, anche quelle, altamente critiche, di sanificazione delle strumentazioni e di decontaminazione mediante l'utilizzo di tecnologie specifiche brevettate (a perossido d'idrogeno vaporizzato).
Il Gruppo Ahsi possiede una profonda conoscenza di tutte le caratteristiche e le modalità di trattamento di cappe, apparecchiature, strumentazioni ed ambienti di laboratorio, oltre a fornire i supporti logistici necessari al trasferimento dei campioni di laboratorio.


Una partnership per la specializzazione
Abbiamo sviluppato una partnership strategica con un operatore logistico altamente specializzato, MITSafetrans, che ci supporta per tutte le attività fisiche di stoccaggio e trasferimento in sicurezza delle apparecchiature bonificate, dei campioni a rischio biologico e dei congelatori.


Quali sono le soluzioni logistiche standard adottate per una re-location di laboratorio?

L'operatore deve applicare tutte le tecniche previste dalle norme e dai regolamenti vigenti in materia di packaging in sicurezza, specialmente per i campioni che presentano rischi specifici e sono catalogati secondo le prescrizioni del regolamento ADR.
In ogni fase del processo logistico di re-location è fondamentale da parte dell'operatore logistico la tracciabilità di ogni singolo campione ed il mantenimento delle corrette temperature di conservazione.
Ciò implica la necessità di stoccaggio e trasporto a temperature controllate, monitorate con opportuni data logger, e la disponibilità di mezzi idonei al trasporto ed allo stoccaggio dei congelatori che possano mantenere inalterate le temperature necessarie alla corretta conservazione dei campioni.


E' una partnership che richiede un elevato livello di fiducia nell'operatore logistico.

Certamente. E' una forma di collaborazione che abbiamo valutato attentamente, considerando tutte le leve logistiche necessarie per sviluppare un business in questo settore: certificazioni, struttura, competenze, reattività e capacità propositive dell'operatore logistico, che deve essere altresì in grado di sviluppare piani di progetto sulla base delle caratteristiche uniche di ogni re-location.
Non ultimo le competenze in merci pericolose.


Altri articoli per Outsourcing

Ultimi articoli per Supply Chain

Logistica sostenibile

La logistica green promossa dalla “Carta di Padova”

25 novembre 2020

Video

Vedi tutti
Dalle Aziende

Rite Hite presenta il supporto per rimorchi TS-2000

02 dicembre 2020
Interviste
4PL: l'entità che gestisce la logistica - Global Summit
12 gennaio 2018
Interviste
La tecnologia creativa - Global Summit
01 dicembre 2017

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Seguici su LinkedIn

Logisticamente.it