Software e sistemi per il trasporto

Gli strumenti per programmare e gestire i trasporti.

21 luglio 2012
In breve
In tempi nei quali ottimizzare e ridurre gli sprechi è diventato non più iniziativa di un management illuminato, ma condizione necessaria per provare a restare sul mercato, abbiamo chiesto a Daniele Sciandra di Res Data, azienda che dal 1996 propone soluzioni per la logistica e il retail, quale impatto migliorativo potrebbe avere la giusta soluzione per gestire la flotta di automezzi, e cosa stanno facendo oggi le aziende in tal senso.
Premessa
Ridurre gli sprechi per recuperare competitività: questo imperativo della logistica, che ha addirittura portato chi la conosce bene a definirla 'una disciplina da tempo di crisi', è particolarmente adatto se si considerano i trasporti e la distribuzione.

Dal momento che in Italia chi dice 'trasporto' dice sostanzialmente 'camion', e che i camion inquinano, congestionano il traffico e diventano sempre più cari a causa del costo del carburante, chi mette mano alla propria logistica non può esimersi dal considerare soluzioni per la gestione e l'ottimizzazione della flotta.

Abbiamo cercato di capire quale approccio adottare, e cosa stanno facendo le aziende in questo periodo, con Daniele Sciandra di Res Data, che dal 1996 propone soluzioni specifiche per la logistica e il retail: trasporti, la distribuzione alimentare, retail specializzato e settore petrolifero.


Conversazione con Daniele Sciandra
  1. La programmazione e gestione dei trasporti è fra le attività tradizionalmente importanti.
    Qual è la reale attenzione delle aziende a questo tema oggi?

    È un paradosso, ma a tutt'oggi è un tema ancora sottovalutato in diversi settori della logistica.
    Ci sono però segnali positivi, perché le aziende si rendono conto sempre di più dell'importanza di una "vera e propria ottimizzazione del trasporto" e sono spinte in questa direzione dall'aumento in senso assoluto dei costi, in primis il costo del carburante.
    Ci sono poi settori dove il costo del trasporto incide pesantemente, in percentuale, sul costo totale del prodotto; in questi settori i "passi avanti" sono generalmente più rapidi ed efficaci.
    Esiste però un "contrappeso" all'evoluzione generato dalla sciagurata tendenza di molte aziende a considerarsi come "un unicuum" nella logistica, ad enfatizzare le proprie "differenze" ad esasperare le proprie "peculiarità", non comprendendo che queste, semmai, andrebbero stigmatizzate e ridotte all'essenziale (quelle realmente "fondamentali" che "fanno business") perché qui si annidano costi enormi, evidenti e nascosti, che appesantiscono l'offerta economica dell'azienda.

  2. Quali sono le caratteristiche di un buon software sull'ottimizzazione dei trasporti? È una questione di algoritmi o di funzionalità per gestire attività accessorie alla programmazione?
    L'algoritmo è importante, ma costituisce solo un punto di partenza.
    La differenza si fa con due ingredienti chiave: la "flessibilità del motore di calcolo" e la "customizzazione funzionale" per ogni tipo di trasporto.
    È molto diverso pianificare trasporti di container, dove la minimizzazione delle distanze percorse a vuoto è fondamentale, effettuando trasporti attraverso transit point decidendo se consegnare in diretta o tramite TP, da chi, ancora, trasporta prodotti carburanti ad una propria rete e deve ottimizzare al meglio la combinazione tra distanza e carico, particolare, del veicolo.
    Aggiungo anche un'ulteriore informazione: un buon sistema informativo per la logistica deve essere in grado di sviluppare il rapporto cliente-fornitore: deve essere in grado di legare le attività dell'operatore logistico con il proprio committente e deve essere, in pratica, uno strumento di lavoro e di ottimizzazione, non solo per le attività del vettore, ma anche per il suo cliente.
    Ovviamente vale anche il contrario, ovvero il caso in cui l'azienda di produzione acquisti il trasporto da terzi: il sistema può essere utilizzato dal vettore fornitore, oppure integrarsi con il sistema esistente; l'importante è che si realizzi al meglio la simbiosi tra i due business.

  3. Quale percorso deve compiere un'azienda per rivisitare il proprio sistema di gestione trasporti?
    Il segreto è far analizzare la situazione "as-is" da un esperto esterno che la veda con occhi diversi e che possa suggerire miglioramenti in termini di automazione di processi manuali e riduzione di tempi e costi nella gestione del trasporto.
    Sembra una banalità, ma, come detto in precedenza, molte volte la "resistenza al cambiamento" ed il mantenimento ossessivo dello stesso modo storico di lavorare, anche se motivati dalla perfetta buona fede e da una profonda esperienza, uccidono il business ponendo fuori gioco l'azienda.
    D'altro canto il consulente deve essere, a sua volta, un vero e proprio esperto del settore in grado di suggerire il giusto cambiamento per quella tipologia di trasporto, sia esso portato da una forte automazione o da una semplice rivisitazione dei processi.

  4. Com'è secondo lei l'offerta sul mercato dei sistemi di gestione e programmazione trasporti?
    La domanda porta automaticamente alla risposta.
    Oggi il mercato offre tanti sistemi di gestione trasporti, pochi sono capaci di fare programmazione ed ottimizzazione del trasporto.
    Sono pochissimi i sistemi che fanno entrambi in modo integrato, coerente e completo. In particolare il sistema RS3 Mover di RES DATA può considerarsi come l'unico sistema oggi in grado di fornire oltre alla gestione e l'ottimizzazione del trasporto, anche la preziosa funzionalità, certificata, di calcolo delle distanze (rete stradale).

  5. Considerando la vostra esperienza, il settore petrolifero è più avanti o più indietro su questi temi, e che cosa può insegnare agli altri settori, e da questi imparare? Senza far torto a nessuno, possiamo affermare che il settore petrolifero, attualmente, è più avanti nell'applicazione di nuove tecnologie, anche di ricerca operativa, perché abituato da sempre a ponderare investimenti in logistica con ritorni "misurabili" ed in tempi ragionevoli, per non dire brevissimi.
    Potremmo dire che il processo di informatizzazione del comparto petrolifero può insegnare qualcosa: come applicare con successo una tecnologia avanzata, come implementare efficacemente procedure standard, come utilizzare statistiche per monitorare on-line i costi di trasporto, come implementare sistemi di "automatic order generation".
    Può invece "imparare", dagli altri comparti logistici la condivisione delle informazioni relative ai trasporti con terzi (vettori e depositi), la creazione di una vera e propria "rete integrata" per la distribuzione.

  6. Qual è l'ordine di grandezza di risparmio e ritorni di efficienza potenziali passando da un sistema tradizionale a un sistema più evoluto?
    Questa è la domanda più importante. Non solo per il fatto che tocca il tema economico, ma, soprattutto, perché riassume in un unico criterio di valutazione tutte le questioni poste in precedenza.
    Come detto, il risparmio non va cercato solo nel km in +/- (che è comunque uno dei fattori più importanti) ma nella rivisitazione della filiera del lavoro dell'operatore logistico.
    Mi spiego meglio: un buon sistema informatico dei trasporti deve poter coprire tutta la catena funzionale.
    Può darsi che implementando una buon sistema di "dispatching", si ottengano forti ottimizzazioni nel reparto "fatturazione" dove la possibilità di disporre di dati certi ed aggregati semplifichi in maniera drastica il compito di chi deve fatturare il trasporto.
    Infatti il risparmio non è solo in termini di costo e di Km, ma è soprattutto in termini di tempo, cioè nell'utilizzo migliore delle risorse umane.
    Avere a disposizione strumenti evoluti, ma sempre ausiliari, fa sì che tutta l'azienda ottenga risultati migliori in tempi più brevi.
    Volendo comunque indicare valori certi, diciamo che vale la regola del 20-80: invece di lavorare l'80% del tempo per creare una pianificazione e poi ottimizzarla nel 20% del tempo che rimane, è meglio ottenere una pianificazione standard nel 20% del tempo ed investire il restante 80% per ricercare risparmi, ottimizzazioni e idee nuove per creare business!








Altri articoli per Software e sistemi per il trasporto

Ultimi articoli per Trasporto

Servizi e accessori per il trasporto

Rite-Hite investe per aumentare la propria capacità produttiva in Europa

30 settembre 2020
Trasporti nazionali e internazionali

Logistica e trasporti sfidano il periodo di lockdown e ne escono vincitrici...

25 settembre 2020
Trasporti nazionali e internazionali

“Il Governo presti la massima attenzione per la logistica e il trasporto me...

24 settembre 2020
Servizi e accessori per il trasporto

Trasporti e sicurezza: le informazioni da sapere sul peso di un veicolo pri...

22 settembre 2020
Servizi e accessori per il trasporto

Una nuova suppy chain e la servitization in logistica

21 settembre 2020
Software e sistemi per il trasporto

Sicurezza informatica e digitalizzazione, come bisogna intervenire sul tras...

18 settembre 2020
Trasporti nazionali e internazionali

Decreto Semplificazioni, quali sono le misure adottate per infrastruttura, ...

17 settembre 2020
Servizi e accessori per il trasporto

SpedireAdesso.com premia i vincitori del contest fotografico “Io invio”

17 settembre 2020
Trasporti nazionali e internazionali

Logistica e trasporti, com’è la ripresa post Covid-19?

10 settembre 2020
Trasporti nazionali e internazionali

Ripresa per i trasporti nazionali e internazionali post Covid-19

09 settembre 2020
Servizi e accessori per il trasporto

Logistica e spedizione, potenziato il trasporto aereo di farmaci con Luftha...

07 settembre 2020
Trasporti nazionali e internazionali

Nel DL Semplificazioni non servono i requisiti professionali per la guida d...

04 settembre 2020
Servizi e accessori per il trasporto

Logistica per l’e-commerce: Amazon e Mercedes-Benz a favore del trasporto s...

02 settembre 2020

Video

Vedi tutti
Dalle Aziende

Shark: un solo veicolo, tante applicazioni

28 settembre 2020
Eventi e Workshop
Logisticamente Out: il workshop in 60 secondi
29 maggio 2019
Interviste
La transpologistica - Global Summit
01 dicembre 2017

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Seguici su LinkedIn

Logisticamente.it