Da sempre importante snodo commerciale tra Italia e Balcani, Il Friuli conta di rafforzare questi scambi incrementando il sistema portuale attraverso l'ottimizzazione dei trasporti su terra.




Trasporti Nazionali e Internazionali

Il Friuli Venezia Giulia ottimizza il sistema logistico ferroviario.

8 Febbraio 2012

Il Friuli Venezia Giulia è da sempre snodo commerciale ed importante territorio di dialogo e collegamenti fra ambiente italiano e penisola balcanica, commercio di terra e collegamenti adriatici, come intensificare e valorizzare ancora più questo protagonismo? Sappiamo che in Italia il trasporto delle merci si è sviluppato principalmente su gomma in conseguenza di scelte legate all’industrializzazione del Paese, ma per aumentare il potere commerciale del Friuli è necessario sfruttare altri mezzi, come il sistema ferroviario.

‘Logistica ferroviaria nella Regione Friuli Venezia Gulia, quale leva per una crescita sostenibile’, questo l’argomento del convegno presso la Camera di Commercio di Udine, svoltosi con il contributo di esperti e di rappresentanti dei gestori del sistema trasportistico ferroviario privato.

Un convegno affollato e partecipato in cui Riccardo Riccardi, l’assessore regionale alle Infrastrutture, Mobilità, Pianificazione Territoriale e Lavori Pubblici, evidenzia il fatto che una delle sfide per lo sviluppo della nostra realtà consiste infatti nel migliorare i tempi di spostamento delle merci attraverso il nostro territorio, e quelli di consegna delle stesse sul nostro territorio, perché attorno a questi elementi si giocano i livelli di competitività del tessuto economico-produttivo del Friuli Venezia Giulia.

La Regione in questione – ha richiamato Riccardi – è attraversata dal corridoio Adriatico-Baltico, grazie a scelte maturate nel periodo post terremoto e a finanziamenti messi a disposizione anche dalla UE.

Ecco così che si presenta ai nostri occhi un’interessante opportunità di sviluppo per la Regione.
Secondo l’assessore occorre far divenire il sistema portuale del Friuli Venezia Giulia parte integrante del sistema adriatico.

La sfida di questo sviluppo, per Riccardi, parte e si vince però a terra.
Come? Ottimizzando il sistema dei trasporti e quello ferroviario esistente.

Riccardi si dichiara ottimista, alla luce dei reali progressi che la Regione ha conquistato negli ultimi 4 anni, mettendo in risalto i risultati ottenuti dalla Giunta Tondo anche nel contesto del trasporto ferroviario e ringraziando l’Assemblea regionale per avere approvato ingenti stanziamenti finalizzati al miglioramento del parco rotabile per il trasporto passeggeri (TPL).

Il lavoro è quindi già avviato, il Friuli Venezia Giulia ha le potenzialità e basi per divenire un grande snodo logistico italiano.





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali