Sistemi di magazzino

Jungheinrich riceve la certificazione TUV

28 dicembre 2011
Certificazione del Bilancio Ambientale di Prodotto per la flotta di mezzi di movimentazione interna Jungheinrich rilasciata dal TÜV Il Gruppo TÜV Nord ha rilasciato a Jungheinrich la certificazione ambientale di prodotto LCA – analisi sistematica dell’impatto ambientale del prodotto nel suo intero ciclo di vita (produzione, utilizzo e recupero) – in base alla norma di riferimento ISO 14040.

In tal modo, il Gruppo di Amburgo è il primo del settore a ricevere un tale marchio TÜV.

Viene così attestato che negli ultimi dieci anni Jungheinrich ha ridotto le emissioni di CO2 nei suoi segmenti di prodotti classici per più del 25%.

Come primo produttore di mezzi di movimentazione interna, Jungheinrich ha ottenuto la qualificazione ambientale “Prodotto certificato LCA”.

Quest'ultima è stata conferita al Gruppo di Amburgo dal TÜV-Nord.

Il TÜV ha sistematicamente analizzato il bilancio ecologico attuato da Jungheinrich e ha rilasciato la certificazione in base alla norma di riferimento ISO 14040.

Questa contiene le emissioni totali medie per l'intera flotta Jungheinrich.

Negli scorsi dieci anni è stato possibile ridurre le emissioni di CO2 di oltre il 25% nei segmenti classici, come i carrelli elettrici, Diesel e a GPL, nonché i carrelli retrattili.

La riduzione delle emissioni di CO2 migliora il budget dell'utente La percentuale più ampia del bilancio ecologico di un mezzo di movimentazione interna riguarda la fase di utilizzo.

Qui si verifica oltre l'80% di tutte le emissioni di CO2 di un carrello elevatore.

La chiara riduzione dei consumi di energia dei mezzi di movimentazione interna incide sul bilancio energetico e quindi anche sul budget dell'utente: “Jungheinrich dispone già oggi di mezzi di movimentazione interna estremamente efficienti da un punto di vista energetico” afferma il Dr. Klaus-Dieter Rosenbach, direttore del settore tecnico di Jungheinrich.

“Per dirla in parole semplici: chi oggi acquista un carrello Jungheinrich, domani risparmierà denaro sonante!”

Il motivo di questa considerevole riduzione, durante gli scorsi dieci anni, delle emissioni di CO2 dell'intera flotta di carrelli Jungheinrich è una serie di progressi tecnologici.

Tra di essi, nel settore dei carrelli elevatori con motore elettrico si annoverano, oltre all'introduzione su larga scala della tecnologia trifase, anche, e non solo, la tecnica di carica ad alta frequenza e il recupero di energia durante la frenatura o nella fase di abbassamento del carico.

Per quanto riguarda i carrelli elevatori con motore a combustione di Jungheinrich, il continuo sviluppo ha permesso di realizzare carrelli a elevata efficienza, economici e rispettosi dell'ambiente. I motori TDI comandati elettronicamente, con trasmissione idrostatica, hanno efficacemente migliorato il bilancio energetico dei carrelli.

Base per la perfetta concertazione tra motore e trasmissione è un nostro software di comando che mantiene il numero di giri del motore sempre all'interno della fascia di consumo ottimale.

Altri articoli per Sistemi di magazzino

Ultimi articoli per Magazzino

Hardware e Software per il magazzino

Amazon, nella logistica di magazzino i robot creano problemi ai lavoratori

01 luglio 2020
Hardware e Software per il magazzino

Innovazione logistica: robotica e magazzini, l’unione che fa la forza

22 giugno 2020

Video

Vedi tutti
Dalle Aziende

Conad Nord Ovest, la sfida vinta con Modula

11 maggio 2020
Eventi e Workshop
Logisticamente Out: il workshop in 60 secondi
29 maggio 2019
Interviste
Com'è percepita la sicurezza gestita dal provider logistico?
17 maggio 2019

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Seguici su Twitter

@logisticamente