Outsourcing

Ricerca Bocconi/Ceva sulla logistica nella sanità: identificate tre aree di miglioramento

23 giugno 2011
In breve
Una ricerca commissionata da CEVA dimostra come l'innovazione logistica può ridurre i costi operativi e apportare benefici organizzativi e finanziari: sono state identificate tre aree di miglioramento nel settore della logistica sanitaria: l'esternalizzazione della logistica e del trasporto, la centralizzazione delle attività di magazzino e la personalizzazione e tracciabilità delle terapie del farmaco. In questo articolo presentiamo un estratto di questa ricerca.

Premessa
La SDA Bocconi School of Management ha condotto un'indagine per conto di CEVA Logistics, uno dei principali operatori logistici al mondo, finalizzata a individuare le opportunità di miglioramento nella gestione della supply chain nel settore sanitario.

La logistica sanitaria è spesso considerata poco strategica, e quindi gestita con un approccio tradizionale.
L'indagine ha evidenziato che una gestione efficiente, innovativa e flessibile della logistica consente di migliorare concretamente la gestione delle aziende sanitarie:

  • I processi diventano più funzionali alle esigenze del reparto ospedaliero;

  • Si ottengono risparmi economico-finanziari grazie all'ottimizzazione delle scorte e a una minore immobilizzazione di farmaci e dispositivi medici;

  • Una logistica innovativa può consentire l'ottimizzazione della gestione delle risorse umane, permettendo di ridurre i costi relativi e di dedicare le risorse ad attività a maggior valore aggiunto.

L'indagine si è proposta di definire un modello specifico per valutare i risultati conseguiti attraverso l'introduzione di innovazioni nella gestione della logistica in sanità, tra i quali è possibile individuare:

  • Una riduzione dei costi operativi, in particolare costi legati all'utilizzo di tecnologie, alla gestione del magazzino, alle risorse umane e ai servizi esternalizzati.

  • Benefici organizzativi legati alla qualità, ai livelli di sicurezza, all'appropriatezza e alla standardizzazione del servizio erogato, all'ottimizzazione della gestione delle risorse umane e delle relazioni con i fornitori.

  • Benefici finanziari dovuti a una ottimizzazione della gestione delle scorte.

Il modello è stato poi applicato a casi concreti di gestione efficiente delle attività logistiche, sia a livello nazionale che internazionale.

L'analisi di queste case studies ha permesso di individuare tre aree di miglioramento nel settore della logistica sanitaria: l'esternalizzazione della logistica e del trasporto, la centralizzazione delle attività di magazzino e la personalizzazione e tracciabilità delle terapie del farmaco.



Carlo Rosa
, Amministratore Delegato di CEVA Logistics, Italia, ha dichiarato: «I casi di eccellenza analizzati dall'indagine condotta da SDA Bocconi hanno dimostrato che è possibile ottenere vantaggi consistenti dall'introduzione di soluzioni logistiche all'avanguardia e flessibili in un settore, come quello della sanità, che spesso viene gestito in modo tradizionale.

CEVA ha acquisito una profonda conoscenza nell'Health & Beauty Care a livello internazionale e ha progettato soluzioni d'eccellenza simili per diversi segmenti di mercato.

Desideriamo applicare le best practice globali e mettere a disposizione le nostre competenze e la nostra professionalità per affiancare le aziende sanitarie nella reingegnerizzazione della loro catena logistica, migliorandone l'efficienza e ottimizzando i costi».


Esternalizzazione della logistica
Nell'esperienza dell'AUSL (Azienda Unità Sanitaria Locale) di Forlì, l'esternalizzazione del trasporto dei dispositivi sanitari e dei pazienti ha consentito una riduzione dei costi operativi pari a 950.000 euro all'anno.

L'ULSS 8 di Asolo ha raggiunto una riduzione delle scorte a magazzino centrale del 25%, pari a circa un milione di euro all'anno, esternalizzando l'attività di gestione del magazzino aziendale.


Gestione condivisa e centralizzata del magazzino
L'ESTAV (Ente per i Servizi Tecnico-amministrativi di Area Vasta) Centro della Regione Toscana ha scelto di accentrare a livello sovraziendale la gestione della logistica, con un risparmio dei costi gestionali sostenuti dall'azienda pari a 5,3 milioni di euro all'anno e una riduzione delle scorte del 50%, risparmiando 30,5 milioni di euro su base annuale.


Personalizzazione e tracciabilità delle terapie del farmaco
L'Ospedale di Vall d'Hebron, a Barcellona, ha ottenuto una riduzione del 50% degli errori di somministrazione dei farmaci.
La gestione integrata della logistica, l'informatizzazione e l'applicazione di soluzioni automatizzate, hanno permesso inoltre una riduzione delle scorte del 35%, per un risparmio pari a circa 2 milioni di euro all'anno.

Il miglioramento della gestione delle scorte ha infine consentito di ridurre l'eliminazione dei farmaci scaduti risparmiando 200.000 euro all'anno, con una riduzione totale del due per cento della spesa farmaceutica annua.


Conclusioni
Alberto Grando, Dean di SDA Bocconi School of Management, ha commentato: «Questa indagine ha permesso di comprendere come la logistica, se affidata a operatori competenti, possa apportare benefici significativi alle aziende sanitarie, che sempre più spesso hanno l'esigenza di contenere i costi e razionalizzare i processi tecnico-amministrativi.

Questa ricerca vuole essere solo il primo passo per arrivare a un'indagine più ampia che analizzi un campione significativo di aziende in tutto il territorio nazionale: attraverso l'individuazione dei possibili spazi di ottimizzazione dei processi logistici in sanità e dei benefici attesi dalle innovazioni logistiche si intende suggerire delle linee guida che potranno essere applicate dalle aziende sanitarie in tutta Italia, indipendentemente dal territorio in cui operano, per ottimizzare la loro supply chain».

Una delle principali esigenze delle aziende operanti nel settore sanitario è trovare nuove soluzioni per ridurre i costi di sistema e gestire i processi clinici in modo più efficiente.

Questa ricerca dimostra che la logistica, se gestita da un operatore eccellente, qualificato e capace di supportare la riorganizzazione della supply chain, può apportare valore strategico all'azienda attraverso la diminuzione dei costi, l'incremento della performance e una migliore qualità del servizio offerto.


Altri articoli per Outsourcing

Ultimi articoli per Supply Chain

Video

Vedi tutti
Eventi e Workshop

"Alla ricerca della flessibilità" - webinar 07/07/2020

14 luglio 2020
Interviste
4PL: l'entità che gestisce la logistica - Global Summit
12 gennaio 2018
Interviste
La tecnologia creativa - Global Summit
01 dicembre 2017

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Seguici su Twitter

@logisticamente