Unità di carico

Sanpellegrino Nestlé Waters ha scelto Chep

22 febbraio 2011

Il Gruppo Sanpellegrino, l'azienda che in Italia rappresenta Nestlé Waters, ha recentemente ampliato il volume di pallet movimentati con CHEP, leader mondiale nei servizi di pooling di pallet e contenitori, di 350.000 unità, per un totale di 3 milioni di pallet CHEP all'anno movimentati all'interno della sua supply chain.

«Molti sono i motivi per cui abbiamo deciso di affidarci a CHEP, non ultimo quello economico: i costi sono infatti un fattore strategico per una scelta consapevole a livello aziendale quando è supportata anche dal miglioramento del servizio e da standard di qualità», sottolinea Marco Toppano, Supply Chain Director di Sanpellegrino.

«Come nessun altro in Italia era in grado di fare, CHEP ci ha permesso di realizzare una catena distributiva estremamente fluida, abbattendo al contempo i costi di gestione in modo concreto».

CHEP si occupa di spedire, raccogliere, riparare e spedire nuovamente i pallets tramite la propria rete di centri servizio, aiutando così Sanpellegrino a consegnare puntualmente i prodotti a distributori e punti vendita.

Il tutto garantendo sempre pallet di qualità elevata e omogenea e, nel periodo estivo, mettendo a disposizione una quantità maggiore di pallet rispetto a quella utilizzata durante il resto dell'anno, per far fronte ai picchi stagionali.

La collaborazione tra Sanpellegrino e CHEP è ormai consolidata.
«Abbiamo instaurato un dialogo aperto con CHEP e siamo sempre alla ricerca di punti di incontro che possano permettere a entrambi di offrire un servizio sempre migliore», conclude Toppano.

«Abbiamo concrete ambizioni per il futuro e, grazie alla qualità del servizio offerto da CHEP, intendiamo incrementare sempre più la rosa dei nostri partner che hanno deciso di collaborare con noi utilizzando i pallet blu e, al tempo stesso, perfezionare il rapporto con i piccoli clienti».

Inoltre grazie a CHEP, Sanpellegrino ha ottenuto un risparmio in termini di corretta gestione ambientale: da un lato, non eliminando i pallet danneggiati ma inserendoli in una catena di riciclo e, dall'altro, facendo viaggiare i camion sempre a pieno carico.

Il tutto in una logica di costi contenuti.
«Razionalizzare i costi rispettando l'ambiente è il massimo del risultato per un'azienda etica e all'avanguardia», spiega Toppano.

«Siamo lieti che Sanpellegrino abbia ampliato il suo contratto di fornitura con CHEP per supportare i suoi piani di sviluppo e siamo orgogliosi del livello e del valore del nostro servizio, che garantisce un miglioramento sostenibile dell'efficienza delle sue attività», commenta Luca Rossi, Country General Manager di CHEP Italia.

Altri articoli per Unità di carico

Ultimi articoli per Magazzino

Hardware e Software per il magazzino

Label ESL: cosa sono e come aiutano a ottimizzare i processi logistici

22 ottobre 2021
Hardware e Software per il magazzino

L’ottimizzazione della gestione dei giri di consegna inizia dal magazzino

15 ottobre 2021
Unità di carico

Carrello elevatore usato, come sceglierlo?

13 ottobre 2021
Unità di carico

Logistica di magazzino, il futuro è elettrico

28 settembre 2021

Video

Vedi tutti
Dalle Aziende

Modula - Picking automatizzato al 100% con il robot industrale MiR di Amer

01 ottobre 2021
Dalle Aziende
Ferretto Group - Magazzino automatico per la cooperativa agricola Texel
30 settembre 2021
Dalle Aziende
TGW - Living Logistics
27 settembre 2021

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Seguici su LinkedIn

Logisticamente.it