Hardware e Software per il magazzino

Una soluzione semplice per la rintracciabilità elettronica dei vuoti

19 ottobre 2009
In breve
Feldschlösschen Getränke AG, ramo svizzero della danese Carlsberg, è il più grande birrificio del paese, con 2,2 milioni di ettolitri di birra prodotti in tre diversi stabilimenti e una quota di mercato del 45%.
Ogni anno i 20 centri di distribuzione consegnano in media 840.000 forniture di birra e ritirano 3 milioni di fusti, casse e altri contenitori vuoti, con una flotta di oltre 200 camion.
In questo articolo vediamo una soluzione semplice e allo stesso tempo efficace per tenere traccia dei vuoti in modo da incrementare l'efficienza e ridurre drasticamente la percentuale di errori.

Premessa
Feldschlösschen Getränke AG è il ramo svizzero del celebre birrificio danese Carlsberg.
Si tratta del più grande birrificio del paese, con 2,2 milioni di ettolitri di birra prodotti in tre diversi stabilimenti e il controllo di una porzione del mercato pari al 45%.

Ogni anno i 20 centri di distribuzione di Feldschlösschen Bottling AG consegnano in media 840.000 forniture di birra e ritirano tre milioni di fusti, casse e altri contenitori vuoti, con una flotta di oltre 200 camion.

Fino al 2002, la quantità di contenitori vuoti veniva registrata al momento del ritiro su una ricevuta di consegna, quindi i dati venivano inseriti manualmente nel sistema ERP di Feldschlösschen al rientro in ufficio dei trasportatori.

Si trattava di una procedura inefficiente, che richiedeva molto personale per l'inserimento dei dati e portava spesso a errori di trascrizione.
Per risolvere tali problemi, Feldschlösschen ha dotato ogni trasportatore di un terminale portatile per l'inserimento dei dati collegato a una stampante portatile.

In tal modo è stato possibile automatizzare la procedura, ridurre gli errori di inserimento dei dati e migliorare sensibilmente il servizio fornito ai clienti.

Feldschlösschen si è rivolta a Peak Technologies (Svizzera) AG, una società specializzata nella fornitura di sistemi aziendali per la raccolta automatica dei dati mediante dispositivi portatili, che ha proposto una soluzione unica basata su stampante Cameo® 2 di Zebra.

Il problema della rintracciabilità dei vuoti
Un'accurata registrazione dei contenitori vuoti in fase di raccolta rappresenta un serio problema per tutti i fornitori.
Fusti, casse e pallet sono articoli costosi che vengono spesso smarriti, con conseguenti perdite per i distributori.

Il vecchio sistema di compilazione manuale della ricevuta di consegna può portare a errori e richiede il successivo inserimento manuale dei dati nel sistema ERP dell'azienda, con un ingente spreco di tempo e risorse.

La soluzione
Peak Technologies ha sviluppato una soluzione front-end economica per garantire la rintracciabilità di fusti, casse, pallet e altri contenitori.

Peak è stata scelta dal cliente perché è stata in grado di fornire i tre componenti essenziali della soluzione:
  1. Un software ottimizzato specifico per le esigenze di Feldschlösschen Bottling AG,
  2. L'apparecchiatura per la raccolta mobile dei dati
  3. Stampanti portatili Cameo 2 di Zebra.
Werner Senn, Project Manager di Feldschlösschen, ha dichiarato: «Peak Technologies ci ha proposto la soluzione più efficiente, che ci consentiva di contenere gli investimenti in middleware, software e hardware».

La soluzione è basata su batch, anziché su una rete radio WAN in linea.
Il terminale portatile per l'inserimento dei dati impiega una tabella di consultazione per la pianificazione quotidiana dell'itinerario di ciascun trasportatore.

I dati contengono informazioni sui vari clienti, sulla merce da consegnare, con relativo codice e prezzo, e vengono scaricati dal sistema ERP dell'azienda.

Tale soluzione rappresenta per l'azienda un importante passo avanti rispetto alla vecchia procedura manuale, in quanto consente:
  • Accesso immediato alle informazioni di consegna
  • Registrazione accurata dei vuoti in loco
  • Feedback elettronico dei dati raccolti
Accesso immediato alle informazioni di consegna
Ogni trasportatore è dotato di un terminale dati portatile al quale accede mediante il proprio ID utente.

In pochi secondi, tutte le informazioni di consegna vengono scaricate sul terminale del trasportatore di competenza mediante una stazione di comunicazione dati locale.

Prima della partenza, il trasportatore inserisce nel terminale il chilometraggio iniziale del proprio mezzo, in modo da consentire la registrazione dei chilometri percorsi a fine giornata.

Sul terminale viene automaticamente visualizzato il nome del primo cliente da visitare, con tutte le relative informazioni.

Una volta sul posto, l'ordine viene consegnato e registrato come tale nel terminale dal trasportatore stesso.
Al cliente viene invece rilasciata una ricevuta di consegna.

Registrazione accurata dei vuoti in loco
Prima, i vuoti restituiti venivano contati e registrati manualmente sulla nota di consegna.
Ogni nota di consegna doveva quindi essere successivamente inserita nel database centrale.

La soluzione automatizzata rappresenta un sostanziale miglioramento dell'intero processo, in quanto il computo dei vuoti avviene direttamente sul luogo di consegna.
Il trasportatore deve semplicemente inserire nel terminale il tipo e la quantità di contenitori restituiti.

Il calcolo del valore dei vuoti restituiti viene eseguito automaticamente dal sistema; i dati elaborati vengono quindi inviati via infrarossi alla stampante portatile che produce un voucher da consegnare al cliente, il quale può immediatamente verificare e confermare i dati stampati.

A questo punto, il trasportatore è in grado di accreditare al cliente il valore dei vuoti e/o la differenza di importo rispetto al valore della merce acquistata, al momento della consegna.
Tale processo è supportato da una verifica dei dati sul terminale portatile.

Feedback elettronico dei dati raccolti
A fine giornata, il trasportatore consegna i vuoti al deposito e, dopo avere inserito il chilometraggio finale del mezzo, ottiene una registrazione del totale dei chilometri percorsi.

Insieme al chilometraggio, viene indicato il numero complessivo di vuoti raccolti durante la giornata per semplificare il processo di controllo delle consegne.

Il calcolo della quantità di vuoti restituiti viene eseguito automaticamente dal sistema mediante la registrazione di tutte le note di consegna; i dati vengono scaricati dai vari terminali nel sistema ERP aziendale mediante collegamento.
In questo modo, gli errori di inserimento dei dati vengono drasticamente ridotti.

L'applicazione è stata personalizzata per soddisfare le necessità del cliente, quali le esigenze specifiche del sistema di gestione dell'inventario.
Si tratta di una soluzione semplice, ma allo stesso tempo accurata, che consente di contabilizzare in loco il valore dei vuoti restituiti.

Werner Senn, illustra così i vantaggi per Feldschlösschen: «Siamo riusciti a trasmettere ai nostri clienti il giusto valore dei contenitori vuoti.
I trasportatori riconoscono che una soluzione semplice e immediata consente di risparmiare tempo e di migliorare il servizio offerto ai clienti.
Per l'azienda, una raccolta accurata dei vuoti garantisce una netta riduzione degli errori in fase di inserimento e trasmissione dei dati, con un notevole risparmio di tempo e denaro, e offre uno strumento ottimale di controllo e analisi.
Contiamo di ammortizzare l'intero investimento nell'arco di 10 mesi».

Applicazione versatile per altri settori industriali
La soluzione offerta da Peak a Feldschlösschen potrebbe rivelarsi vantaggiosa per tutti i settori industriali interessati a tenere traccia dei propri beni mobili di valore, quali il settore alimentare e delle bevande, i birrifici, il settore sanitario, chimico e della vendita al dettaglio.

Altri articoli per Hardware e Software per il magazzino

Ultimi articoli per Magazzino

Hardware e Software per il magazzino

OPT SLOTTING: quando il posizionamento degli articoli fa la differenza

14 ottobre 2020
Hardware e Software per il magazzino

La rotazione del magazzino? Diamoci un obiettivo per ridurre i costi!

05 ottobre 2020
Sistemi di magazzino

Shark: un solo veicolo, tante applicazioni

01 ottobre 2020
Sistemi di magazzino

Il picking, il cuore del magazzino

28 settembre 2020

Video

Vedi tutti
Dalle Aziende

Shark: un solo veicolo, tante applicazioni

28 settembre 2020
Eventi e Workshop
Logisticamente Out: il workshop in 60 secondi
29 maggio 2019
Interviste
Sistema integrato VS dipartimentale - Global Summit
28 febbraio 2018

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Seguici su LinkedIn

Logisticamente.it