Consulenza e formazione

Nuovo scalo merci Piana di Lucca: al via i cantieri

29 maggio 2009
Cominceranno nei primi giorni di giugno i lavori di realizzazione del nuovo scalo merci della Piana di Lucca su cui RFI (Rete ferroviaria italiana) ed enti locali hanno investito 37 milioni di euro.

Grazie al nuovo scalo merci, la Piana di Lucca potrà disporre di una infrastruttura più baricentrica rispetto all'area in cui sorgono alcune delle principali aziende del distretto cartario, settore economico trainante del territorio: ciò comporterà un sostanziale sgravio del traffico dei Tir dalla Piana di Lucca, nonché un miglioramento della logistica delle cartiere.

I treni, infatti, saranno formati direttamente all'interno del nuovo scalo, mentre oggi il singolo carro merci deve prima viaggiare su gomma per raggiungere il nodo ferroviario dove viene materialmente formato il convoglio: insomma, un grande beneficio in termini di impatto ambientale, come facilmente si può comprendere considerando che il carico di un singolo carro merci ferroviario equivale a circa tre Tir.

La nuova opera infrastrutturale sarà localizzata nei pressi del nuovo casello autostradale del Frizzone, e ciò permetterà anche una maggiore funzionalità intermodale e l'eliminazione di ben quattro passaggi a livello i cui lavori stanno per partire: tre a Porcari (quelli di via dei Casoni, via della Stazione e via di Leccio) e uno a Tassignano (in via del Casalino).

L'accordo di programma sullo scalo merci è stato siglato dal presidente della Provincia di Lucca Stefano Baccelli, dal sindaco di Porcari Alberto Baccini, dall'assessore alla mobilità del Comune di Capannori Claudio Ghilardi, in rappresentanza del sindaco Giorgio Del Ghingaro, dal direttore delle infrastrutture di RFI Angelo Pezzati, e dal presidente del Consorzio di Bonifica del Bientina Ismaele Ridolfi, nel dicembre 2007.

Per quanto riguarda gli aspetti finanziari, i 37 milioni di euro di investimento sono stati sostenuti: per 27.694.000 euro da RFI; per quanto riguarda la messa in sicurezza idraulica dell'area dai Comuni di Capannori e Porcari (5 milioni finanziati dal Ministero dell'Ambiente), mentre le spese per le interconnessioni ferroviarie tra gli stabilimenti e lo scalo (3.9 milioni di euro) sono a carico delle aziende.

Nell'ambito dell'accordo, il Consorzio di Bonifica del Bientina sovrintenderà i lavori di regimazione delle acque. La Provincia ha investito, invece, 1,5 milioni di euro per la realizzazione della nuova viabilità a servizio dello scalo merci.

Altri articoli per Consulenza e formazione

Ultimi articoli per Supply Chain

Consulenza e formazione

L’importanza della logistica spiegata ai giovani

16 maggio 2020

Video

Vedi tutti
Dalle Aziende

Conad Nord Ovest, la sfida vinta con Modula

11 maggio 2020
Eventi e Workshop
Logisticamente Out: il workshop in 60 secondi
29 maggio 2019
Interviste
Logistica immobiliare: un mercato in fermento
15 ottobre 2018

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Seguici su Twitter

@logisticamente