Questo sito richiede JavaScript per funzionare correttamente. Si prega di abilitare JavaScript nel browser e ricaricare la pagina.
Acquisti online e logistica urbana: sfide e opportunità per la sostenibilità ambientale

Scopri l'impatto ambientale degli acquisti online sulla mobilità delle merci nelle città. Leggi il nostro articolo per conoscere le conclusioni di uno studio sulla CO2 emessa dalle vendite online e quali misure possono rendere la logistica compatibile con la qualità della vita nelle città




Logistica Sostenibile

Acquisti online e logistica urbana: sfide e opportunità per la sostenibilità ambientale

15 Marzo 2023

Negli ultimi anni gli acquisti online sono diventati parte integrante della vita quotidiana, in particolare durante la pandemia.
Secondo l’Osservatorio NetComm, nel 2022 il 33% degli italiani ha fatto acquisti online, rappresentando l’11% del totale degli acquisti (rispetto al 6% del 2019).
Tuttavia, questo cambiamento nel modo in cui consumiamo ha anche comportato impatti negativi come la congestione del traffico urbano causata dai furgoni di consegna e la chiusura dei negozi al dettaglio a causa delle vendite online.

Un ulteriore studio

Uno studio commissionato da Amazon e condotto dalla società di consulenza Oliver Wyman ha valutato l’impatto ambientale delle vendite online, includendo la logistica, il magazzinaggio e il packaging.
La conclusione è stata che le emissioni di CO2 dalle vendite online sono circa la metà di quelle prodotte dagli acquisti individuali nei negozi.
Il 60% dell’impatto ambientale degli acquisti in negozio è dovuto al consumo di energia del negozio, mentre il 30% è causato dagli spostamenti delle persone per fare acquisti.

Tuttavia, lo studio ha delle ipotesi semplificate, come il fatto che le persone che fanno acquisti online restino a casa ad aspettare i pacchi, mentre molte persone utilizzano gli acquisti come forma di tempo libero e si spostano comunque per fare altre attività.
La realtà è che il commercio online comporta un aumento dei veicoli commerciali in circolazione e della congestione del traffico urbano, con impatti negativi sulla qualità della vita delle città.
Se il commercio online continuerà a crescere, sarà necessario pensare a misure che possano migliorare la logistica e la consegna delle merci, garantendo al tempo stesso la sostenibilità ambientale delle città.

In particolare, è importante trovare soluzioni per gestire la consegna dei pacchi a domicilio, come orari e spazi di consegna dedicati, che non comportino la sosta dei furgoni in posti non consentiti.
Le città stanno adottando misure per ridurre il numero di auto inquinanti parcheggiate a lungo termine sulle strade pubbliche, liberando spazi per i veicoli di consegna.
L’obiettivo è quello di ridurre l’impatto ambientale delle consegne a domicilio e garantire la qualità della vita delle città.

Vuoi conoscere in anteprima le notizie pubblicate su Logisticamente.it?
Ricevi la newsletter gratuita per rimanere aggiornato sulle ultime novità del mondo della logistica





A proposito di Logistica Sostenibile