È stato approvato l’emendamento presentato dal Sen. Pagano e proposto da Assologistica che introduce all’interno del Codice civile la figura della logistica. Scopri di più




Trend

Per la prima volta la logistica è presente nel Codice Civile

8 Luglio 2022

È stato da poco approvata dalla Camera in via definitiva il D.L 36/2022 sul PNRR (A.C. 3656) l’emendamento presentato dal Sen. Pagano e proposto da Assologistica, realtà associativa delle imprese di logistica, dei magazzini generali e frigoriferi, dei terminalisti portuali, interportuali ed aeroportuali, che prevede l’introduzione di questa figura all’interno del Codice Civile.

Nel dettaglio ecco la nuova formulazione dell’Art. 1677 bis del Codice civile: “Se l’appalto ha per oggetto, congiuntamente, la prestazione di due o più servizi di logistica relativi alle attività di ricezione, trasformazione, deposito, custodia, spedizione, trasferimento e distribuzione di beni di un altro soggetto, alle attività di trasferimento di cose da un luogo a un altro si applicano le norme relative al contratto di trasporto, in quanto compatibili”.

Il raggiungimento di un obbiettivo

In una nota Assologistica esprime grande soddisfazione per questo traguardo, frutto di un percorso durato sei anni.
Con questa introduzione nel Codice Civile il legislatore riconosce l’esistenza e il ruolo della logistica all’interno del sistema codicistico, dandogli il rango di contratto specifico all’interno della regolamentazione dei contratti di appalto.

Vuoi conoscere in anteprima le notizie pubblicate su Logisticamente.it?

Ricevi la newsletter gratuita per rimanere aggiornato sulle ultime novità del mondo della logistica





A proposito di Trend