Consulenza e formazione

Deutsche post esce dal mercato USA

11 novembre 2008
Si chiude con la cancellazione di 15.000 posti di lavoro l'avventura di Deutsche Post e della controllata Dhl nel settore delle consegne espresse negli Usa.

L'annuncio del pesante programma di tagli è arrivato soltanto ieri per bocca del nuovo numero uno del gigante tedesco delle poste e della logistica, Frank Appel, eppure il piano era ormai nell'aria da tempo: Dhl non è mai riuscita a impensierire seriamente i concorrenti Ups e FedEx.

Dal 2003 infatti, ovvero da quando l'ex amministratore delegato Klaus Zumwinkel (ora indagato in Germania per frode fiscale nell'ambito dello scandalo sulle evasioni in Liechtenstein) ha avviato l'espansione oltreoceano, Deutsche Post ha perso sul mercato statunitense qualcosa come 6 miliardi di euro.
Soltanto quest'anno le spedizioni espresse negli Usa, gestite da Dhl Express, inghiottiranno 1,2 miliardi di euro.

Da fine gennaio Deutsche Post chiuderà le attività di Dhl Express negli Stati Uniti, mandando a casa 9.500 dipendenti.
Insieme ai 5.400 licenziamenti già annunciati in primavera, i tagli ammontano in tutto a 14.900.

A restare saranno dai 3 ai 4.000 lavoratori, responsabili in futuro per le normali spedizioni internazionali da e verso gli Stati Uniti.

Anche in questo modo, comunque, l'avventura statunitense continuerà a pesare sui conti del gigante di Bonn (il cui maggiore azionista resta, anche dopo la privatizzazione del 1995, lo Stato tedesco, attraverso la banca pubblica Kfw).

In tutto l'uscita dal settore statunitense e la conseguente ristrutturazione costerà tre miliardi di euro. Anche per questo il gruppo si avvia a chiudere il 2008 in rosso, per la prima volta dall'ingresso in borsa del 2000.

Altri articoli per Consulenza e formazione

Ultimi articoli per Supply Chain

Video

Vedi tutti
Eventi e Workshop

"Alla ricerca della flessibilità" - webinar 07/07/2020

14 luglio 2020
Eventi e Workshop
Logisticamente Out: il workshop in 60 secondi
29 maggio 2019
Interviste
Logistica immobiliare: un mercato in fermento
15 ottobre 2018

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Seguici su LinkedIn

Logisticamente.it