Consulenza e formazione

Autotrasporto: trovato l'accordo, annullato lo sciopero

26 giugno 2008
Gli autotrasportatori hanno trovato un accordo con il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli, facendo così rientrare l'ipotesi di sciopero per cinque giorni dei TIR a partire dal 30 giugno.
Al raggiungimento dell'intesa, che riguarda aspetti sia normativi sia economici, assieme a Matteoli e al sottosegretario Mino Giachino hanno partecipato rappresentanti dei ministeri dell'Interno, del Lavoro e dello Sviluppo Economico.

Dal punto di vista normativo ci saranno disposizioni straordinarie per il recupero automatico del costo del gasolio da parte dei trasportatori (sarà l'Osservatorio sul settore a indicare l'incidenza dell'aumento del prezzo del carburante), inoltre il pagamento delle fatture da parte dei committenti sarà fissato tassativamente a trenta giorni.

Per i committenti inadempienti sono state previste sazioni come l'esclusione per un anno dai benefici fiscali, previdenziali e finanziari e l'esclusione per sei mesi dagli appalti pubblici.

Gli effetti di questi provvedimenti saranno sottoposti a verifica a distanza di un anno dalla loro entrata in vigore.

Dal punto di vista economico, c'è stata la conferma delle risorse già previste nella finanziaria 2008 e poi messe a rischio dal Governo per coprire i costi degli sgravi sull'ICI prima casa e sugli straordinari, l'impegno a presentare un emendamento per consentire la spendibilità per un triennio delle risorse destinate al trasferimento del trasporto sulle autostrade del mare (dovrebbero ammontare a 77 milioni all'anno); il rimborso di parte dei pedaggi relativi al 2006; l'emanazione nei tempi necessari di un provvedimento per riportare il livello di accisa a 403 euro per mille litri (recuperando gli incrementi dal giugno 2007, che consente quindi il rimborso di 7 euro ogni mille litri per un totale di 56 milioni); destinazione delle risorse necessarie per il ricambio dei veicoli circolanti con altri meno inquinanti (Euro 5) per gli anni 2007, 2008, 2009 (circa 70 milioni); reperimento delle risorse aggiuntive dal fondo previsto dalla manovra ora in Parlamento per favorire una riduzione di costi di pedaggio.

Nei prossimi giorni si definiranno le modalità di utilizzo delle risorse messe a disposizione; nel frattempo le associazioni dei trasportatori vigileranno sulla piena attuazione degli impegni assunti in attesa che, già dalla settimana prossima, si possa fare chiarezza sulla quantità e sulla spendibilità delle risorse economiche su cui si è impegnato il ministro.

Altri articoli per Consulenza e formazione

Ultimi articoli per Supply Chain

Video

Vedi tutti
Dalle Aziende

Shark: un solo veicolo, tante applicazioni

28 settembre 2020
Eventi e Workshop
Logisticamente Out: il workshop in 60 secondi
29 maggio 2019
Interviste
Logistica immobiliare: un mercato in fermento
15 ottobre 2018

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Seguici su LinkedIn

Logisticamente.it