Non si può non sapere

Picking, come renderlo efficiente armonizzandolo al layout di magazzino

23 marzo 2021
Il picking, la raccolta o selezione delle merci, è una funzione essenziale nella gestione del magazzino e nella logistica.
Rendere più efficiente questa fase è utile per abbassare il time to market e ridurre i costi del magazzino. Inoltre, il picking, siccome incide sull’ottimizzazione dell’indice di rotazione, è parte integrante del cosiddetto layout del magazzino.

Prima di addentrarci nella conoscenza delle tecnologie pensate per rendere questa operazione più efficiente bisogna partire dal presupposto che esistono diverse tipologie di picking in base al layout di magazzino, che sono di tre tipi:
  • Layout lineare (spazi esterni ampi), le merci viaggiano in un’unica direzione e il picking viene affiancato in successione a quella dello stoccaggio;
  • Layout a “U” (spazi esterni ridotti), le aree di carico e scarico siano affiancate, il picking si interseca con le aie di carico e scarico interne all’edificio;
  • Layout a “L” (spazi esterni ridotti), le aree di ricevimento e di spedizione sono su lati diversi del magazzino, le operazioni di picking devono essere svolte in modo da semplificare l’entrata e l’uscita dei prodotti.
Oltre al layout di magazzino influiscono sul criterio di prelievo tante altre variabili come il settore di pertinenza, la fluttuazione dello stock e la stagionalità della domanda.
Alla luce di questo si possono individuare tre tipologie di approcci al picking:
  • man-to-goods,
  • goods-to-man;
  • modello ibrido tra i due.
Nel caso di approccio “man-to-goods” è l’addetto al picking a muoversi nel magazzino per raggiungere le merci da prelevare, questa soluzione è adatta ad aziende con indici di rotazione con oscillazioni molto forti.
In questo modello sono assenti sistemi di picking automatizzati, il sistema si basa su scaffalature e strutture di stoccaggio tradizionali.

Nel metodo “goods-to-man” l’operatore riceve i prodotti in una postazione di picking, in questo caso è necessario il supporto di tecnologie.
Il terzo modello non è altro che un sistema misto in cui il magazzino è parzialmente automatizzato.
Per quanto riguarda le tecnologie applicate abbiamo architetture WMS che dialogano con strumenti come trasloelevatori e carrelli automatici AGV e LGV.

Altri articoli per Non si può non sapere

Non si può non sapere

Ultimi articoli per Supply Chain

Video

Vedi tutti
Dalle Aziende

Put to Light e Modula: come Fratelli Ceni ottimizza la preparazione degli ordini in magazzino

14 marzo 2022
Dalle Aziende
System Logistics - Veicoli a guida autonoma SHARK
23 febbraio 2022
Dalle Aziende
System Logistics - Thinking Picking Out of the Box
02 febbraio 2022

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Seguici su LinkedIn

Logisticamente.it