Questo sito richiede JavaScript per funzionare correttamente. Si prega di abilitare JavaScript nel browser e ricaricare la pagina.
La supply chain si fa resiliente, questo emerge dal Allianz Risk Barometer 2021 dello shipping

Allianz con il suo report Allianz Risk Barometer 2021 mostra come è cambiata la supply chain delle aziende in seguito alla pandemia




Outsourcing

La supply chain si fa resiliente, questo emerge dal Allianz Risk Barometer 2021 dello shipping

21 Gennaio 2021

Nell’ultimo anno in seguito alla pandemia ci sono stati molti cambiamenti all’interno delle aziende. La prima cosa che è cambiata sono i contratti nella catena logistica, questi si sono evoluti in modo tale da essere maggiormente resilienti.

Il motivo di tutto ciò è che la pandemia globale ha modificato sostanzialmente i piani di impresa delle aziende, per sopravvivere ogni business deve essere il più elastico possibile in modo da riuscire a reagire rapidamente a scenari in continuo mutamento.

Nel report Allianz Risk Barometer 2021 dello shipping, studio realizzato da uno dei principali gruppi assicurativi del mondo, è emerso che, per gli intervistati, tra le priorità delle aziende troviamo al primo posto la continuità del business, al secondo posto lo sviluppo di contratti alternativi o multipli, al terzo posto l’investimento in supply chain digitali e, per finire, il miglioramento della qualità dei fornitori.

Il report ha evidenziato che la pandemia ha accelerato il processo di digitalizzazione e questo ha portato all’aumento di rischio di attacchi informatici, questo soprattutto perché molte aziende digitalizzano i processi senza implementare la sicurezza informatica della struttura.

A tal proposito Philip Beblo, membro del Global Property underwriting team di Allianz Global Corporate & Specialty, ha spiegato come l’aumento del lavoro da remoto, la digitalizzazione più ampia e la dipendenza delle aziende dalle tecnologie informatiche hanno aumentato il rischio di black-out informatici nei prossimi anni.

Se da un lato aumentano i rischi informatici per le aziende dall’altro non diminuiscono quelli provenienti da cause più tradizionali.

Il report mette al primo posto tra i rischi assicurativi, a livello mondiale, l’attacco informatico seguito dall’interruzione delle attività e dalla pandemia.
A questi rischi si aggiungono altri sempre legati agli effetti della pandemia come i cambiamenti nei mercati, i cambiamenti macroeconomici e cambiamenti politici.

Sempre dal report emerge che i rischi che attualmente risultano meno “pericolosi” sono:

  • i cambiamenti nello scenario legislativo e regolamentare;
  • le catastrofi naturali;
  • gli incendi/esplosioni;
  • il cambiamento climatico.


Il report completo è disponibile a questo link: https://www.agcs.allianz.com/news-and-insights/reports/allianz-risk-barometer.html





A proposito di Outsourcing