Questo sito richiede JavaScript per funzionare correttamente. Si prega di abilitare JavaScript nel browser e ricaricare la pagina.
Nuovo integrativo per il magazzino logistico Coop Alleanza, intervengono i sindacati

Duro lavoro per gli operatori logistici impiegati nella GDO, parlano i sindacati Filt Cgil Fit Cisl e Adl




Outsourcing

Nuovo integrativo per il magazzino logistico Coop Alleanza, intervengono i sindacati

9 Novembre 2020

È stato approvato nei giorni scorsi l’integrativo aziendale per migliorare le condizioni di lavoro all’interno del magazzino logistico di Coop Alleanza di Reggio Emilia.
Dopo il passaggio di appalto dalla cooperativa Alice alla società AVF Srl, avvenuto lo scorso febbraio, il polo logistico Coop Alleanza è adesso in grado di avviare la propria attività nella grande distribuzione organizzata.

Grazie all’integrativo è possibile ottenere una serie di premi collettivi inerenti alla qualità del lavoro, della produttività e della presenza.
Si ottiene così il passaggio di livello superiore automatico non previsto dal contratto nazionale di lavoro della logistica dopo 12 anni di anzianità di cantiere, indipendentemente dalle società che si sono susseguite nell’appalto, hanno spiegato i sindacati Filt Cgil Fit Cisl e Adl.

Nell’integrativo è presente anche l’aumento del valore del ticket restaurant e, per alleggerire il carico di lavoro in alcuni reparti, è stato diminuito l’orario di lavoro.

Questo nuovo integrativo aggiunge un valore positivo nella supply chain logistica aziendale. Possiamo definirlo come una tappa di riconoscimento del duro lavoro che soprattutto negli ultimi mesi gli operatori logistici devono affrontare, concludono Federico Leoni Filt Cgil, Gaetano Capozza Fit Cisl e Silvio Rosati Adl Cobas.





A proposito di Outsourcing