LIUC Business School, con la collaborazione di World Capital, ha svolto una ricerca analizzando oltre 260 insediamenti logistici di varia natura




Trasporti Nazionali e Internazionali

Logistica e trasporti: un valore che si muove tra territorio e lavoro

19 Giugno 2020

Nelle ultime settimane impattate dal Covid-19 logistica e trasporti hanno avuto un ruolo importante, generando un grande “valore” a tutte le filiere economiche, soprattutto quelle relative ai beni di prima necessità.

Seppure in passato nell’immaginario collettivo il termine logistica è stato spesso associato alle cosiddette esternalità connesse al trasporto merci o al fatto che nei magazzini, a differenza degli impianti di produzione, vi sono addetti con minori livelli di qualifica professionale, oggi tutto questo viene messo in discussione.

Negli ultimi anni la logistica ha dimostrato di avere un’ottima influenza sul territorio, anche soprattutto in termini di occupazione.
Molti operatori logistici ricevono infatti una formazione continua sui processi, sui sistemi e sulla tecnologia in continua evoluzione.

Ovviamente esistono varie “tipologie di attività logistiche” che generano un valore diverso per metro quadro occupato, in relazione alla presenza di manodopera qualificata, alle lavorazioni a valore aggiunto e ai sistemi automatizzati che determinano una diversa configurazione dell’impatto sociale ed economico sul territorio in cui sono insediate.

Al fine di misurare il “valore” generato dalla logistica e quantificare le ricadute occupazionali per il sistema economico territoriale il Centro sulla Logistica e Supply Chain Management della LIUC Business School, con la collaborazione di World Capital, ha svolto una ricerca a livello nazionale analizzando oltre 260 insediamenti logistici di varia natura: da quelli con prevalente funzione di stoccaggio (es. depositi stagionali di derrate alimentari) a quelli appannaggio delle aziende di trasporto e spedizione; dagli impianti logistici in conto terzi dei 3PL ai moderni Centri Distributivi dei principali player dell’e-commerce e della Grande Distribuzione.

“Siamo felici di aver collaborato alla realizzazione di questo prezioso rapporto, che evidenzia il valore generato dalla logistica e dagli immobili al suo servizio. – dichiara Andrea Faini, CEO di World Capital – Dall’analisi è stato infatti possibile identificare una serie di indicatori chiave, specifici per le diverse tipologie di attività logistica, che determinano la capacità di un impianto logistico di generare valore sia in termini di occupazione che di impatto economico diretto, indiretto e indotto.”

Dallo studio emerge altresì come il valore della logistica sia fortemente correlato alla qualità del magazzino in cui viene svolta, misurata attraverso il modello di rating da 1 a 5 stelle sviluppato dall’Osservatorio sull’Immobiliare Logistico (OSIL).





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali