Questo sito richiede JavaScript per funzionare correttamente. Si prega di abilitare JavaScript nel browser e ricaricare la pagina.
Trasporti: più logistica intermodale con l'emergenza Covid-19

La logistica intermodale si afferma a livello internazionale a causa dell’emergenza Covid-19




Trasporti Nazionali e Internazionali

Logistica intermodale: più sicurezza per le merci e i trasporti

16 Aprile 2020

In un momento delicato come quello che stiamo vivendo da due mesi a questa parte, l’attività dei trasportatori è sempre più apprezzata.

Un grande lavoro lo sta facendo il trasporto intermodale che, su lunghe tratte, nazionali e internazionale, sta garantendo la distribuzione della merce. Beni di prima necessità, prodotti essenziali per la vita quotidiana e articoli per la sanità, sono elementi che senza la costante circolazione dei trasporti non sarebbe stato possibile ricevere ed utilizzare.

Il trasporto intermodale non ha la stessa flessibilità di quello su strada, ma ha il vantaggio di trasportare una grande quantità di merce e di avere il minor impatto possibile sull’ambiente.
Utilizzando le modalità ferroviarie per le lunghe distanze, il trasporto intermodale, è un sistema chiuso e facilmente controllabile, tracciabile e regolabile.

Da quando è iniziata l’emergenza Coronavirus, sono stati ridotti i contatti ai confini di Stato: alle frontiere infatti si cambiano i macchinisti al fine di evitare qualsiasi tipo di contatto, ha spiegato Fabrizio Dallari, Direttore del Centro sulla Logistica e il Supply Chain Management della Liuc Business School.

Nelle ultime settimane, molte aziende che operano nella filiera logistica stanno utilizzando il trasporto intermodale, trasferendo così le merci tramite la ferrovia e non la strada al fine di ridurre la mobilità degli autisti che circolano in tutta Italia.





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali