Rinviato al 1° gennaio 2021 il pagamento delle tasse sulla plastica, il Governo però perderà alcune entrate




Packaging

Stop alla Plastic-Tax e alla Sugar-Tax, le aziende del packaging tirano un respiro di sollievo

15 Aprile 2020

Buone notizie per alcune aziende del settore packaging e del settore tecnologico, con il nuovo decreto verrà stabilita la sospensione della Plastic-Tax e della Sugar-Tax. Le aziende contro l’applicazione di questa imposta erano molte, tant’è che avevano presentato una richiesta di opposizione al Senato.

Il Governo, con il decreto che verrà redatto tra il 20 e il 25 aprile, sembra infatti essere a favore della sospensione del pagamento delle due tasse e di rinviare tutto al 1° gennaio 2021, anche se la decisione vera e propria dipenderà dalle risorse economiche che si avranno a disposizione a causa delle mancate entrate.

In pratica, la tassa sulla plastica in vigore dal 1° luglio 2020, avrebbe dovuto garantire all’Erario 140 milioni di euro, invece la tassa sulle bevande gassate e zuccherate, in vigore dal 1° ottobre 2020, avrebbe dovuto assicurare 58,5 milioni.

Buona notizia per le aziende che operano nel packaging e negli imballaggi che grazie a questo rinvio potranno respirare e ripartire al meglio con le loro attività dal punto di vista economico. Se da un lato molte imprese potranno tirare un respiro di sollievo, dall’altro invece il Governo, a causa del rinvio del pagamento delle due tasse, vedrà mancare il reperimento di quasi 200 milioni di euro.





A proposito di Packaging