Questo sito richiede JavaScript per funzionare correttamente. Si prega di abilitare JavaScript nel browser e ricaricare la pagina.
Aziende logistica e trasporti: in arrivo “RevolutioN2"

Si chiama RevolutioN2 e vanta emissioni zero




Servizi e accessori per il trasporto

LC3 scommette sull’azoto liquido per il refrigeramento dei semirimorchi

31 Ottobre 2019

Tra le ultime innovazioni presentate dall’azienda LC3 Trasporti, la prima in Italia a utilizzare veicoli a metano liquido per i trasporti a medio e lungo raggio, c’è “RevolutioN2”, il primo semirimorchio refrigerato ad azoto liquido.

Una tecnologia all’avanguardia capace di garantire al semirimorchio elevata resa termica, sicurezza, semplicità e zero emissioni in atmosfera: niente CO2 (anidride carbonica), niente NOX (ossidi di azoto), niente PM (polveri sottili) e nessuna emissione sonora all’esterno del semirimorchio.

Il semirimorchio “RevolutioN2” è stato progettato dalle aziende di logistica e trasport Frappa in collaborazione con LC3 Trasporti per abbattere ulteriormente le emissioni dei propri automezzi, che possono contare su 105 trucks alimentati a gas naturale liquido (LNG) e 85 equipaggiati con motrici diesel Euro6.

I mezzi alimentati a LNG garantiscono un concreto abbattimento delle emissioni inquinanti in atmosfera: -15% di CO2, -70% di NOX, -95% di PM, -5 dB(A) di rumore prodotto.

Dal 2016 i mezzi LNG di LC3 Trasporti hanno percorso oltre 24 milioni di chilometri sulle strade europee, risparmiando all’ambiente (rispetto ai veicoli diesel Euro 6) 2.900 tonnellate di anidride carbonica, 3,2 tonnellate di ossidi di azoto e 1,6 tonnellate di polveri sottili.





A proposito di Servizi e accessori per il trasporto