Questo sito richiede JavaScript per funzionare correttamente. Si prega di abilitare JavaScript nel browser e ricaricare la pagina.
Nuovo polo logistico a Nichelino grazie all'azienda Zust Ambrosetti

L’area ex Viberti rinasce grazie a Zust Ambrosetti e torna a essere polo industriale di riferimento




Trasporti Nazionali e Internazionali

Aziende logistica e trasporti: il polo industriale di Nichelino torna a vivere

13 Febbraio 2019

Dopo tanta attesa è arrivata nei giorni scorsi l’offerta per riportare in vita la zona dell’ex Viberti, a Nichelino, nella periferia torinese.

L’azienda Zust Ambrosetti si è aggiudicata l’area con 15 milioni di euro, iniziando tempestivamente i lavori.

Dopo un lungo braccio di ferro il sindaco Giampiero Tolardo ha rivendicato il merito di non aver ceduto, mantenendo la storica vocazione produttiva dell’area.

Antonio Ferrari, presidente dell’azienda, intende investire inizialmente 5-6 milioni, che creeranno almeno 100 nuovi posti di lavoro, mirando a rendere operativa l’intera area entro giugno-luglio 2019.

L’obiettivo principale è quello di recuperare tutte le antiche strutture dell’impianto, simboli della città e opere dei grandi architetti torinesi Isola e Gabetti.

Logistica e trasporti sono il nostro core business, siamo certi che anche in questa area otterremo i risultati che ci siamo prefissati, vista anche la sua posizione strategica vicina alla tangenziale”, spiega il direttore generale Maria Elena Piatti.

L’open day sarà a marzo, assieme al trasferimento di alcune linee della sede di Trofarello nel nuovo polo di Nichelino.

Gianmpaolo Foppiani, responsabile operativo del progetto, ha dichiarato che secondo i piani “questo diventerà un hub fondamentale per le spedizioni nel resto del Piemonte, ma anche come direttrice verso il mercato estero”.





A proposito di Trasporti Nazionali e Internazionali