La misura prevede 4,7 miliardi all’Italia come incentivo alla produzione di biocarburanti




Servizi e accessori per il trasporto

Spinta dell’Unione sui biocarburanti

6 Marzo 2018

La Commissione Europea ha approvato una misura per incentivare nel nostro Paese la diffusione di combustibili a scarse emissioni inquinanti.
La misura prevede un sostegno all’Italia per 4,7 miliardi di euro per produrre e distribuire i biocarburanti avanzati, come il biometano avanzato, e per limitare la concorrenza.

Si tratta di biocarburanti che verranno utilizzati nel settore dei trasporti e l’incentivo sarà valido fino al 2022.
Sono biocarburanti sostenibili perché ricavati da materie prime che non necessitano di terreni agricoli per essere prodotte; sono ottenuti da rifiuti, residui agricoli, alghe.
Rispetto ai combustibili fossili, il loro costo di produzione è maggiore; per questa ragione la misura assegna un premio per compensare gli elevati costi.

Si tratta di un premio variabile, aggiornato di anno in anno sulla base dei costi di produzione.
La direttiva contiene anche la clausola secondo la quale entro il 2022 il 10% dell’energia consumata nei Paesi dell’UE venga da fonti rinnovabili; oltre ai veicoli elettrici, i biocarburanti sono la principale alternativa, facilmente applicabile, che assicura basse emissioni.





A proposito di Servizi e accessori per il trasporto