Questo sito richiede JavaScript per funzionare correttamente. Si prega di abilitare JavaScript nel browser e ricaricare la pagina.
Attesa per Yara Birkeland, la nave norvegese elettrica e autonoma

La portacontainer percorrerà 40 miglia a 10 nodi e trasporterà fino a 150 teu




Servizi e accessori per il trasporto

Attesa per Yara Birkeland, la nave norvegese elettrica e autonoma

31 Maggio 2017

Torniamo a parlare di Yara Birkeland, la nave per container a trazione elettrica, autonoma e ad emissioni zero, pensata dalla multinazionale norvegese Yara.

Il vascello trasporterà prodotti dal sito produttivo di Porsgrunn alle città di Brevik e Larvik, sfruttando la via d’acqua lungo la costa norvegese.

Questo mezzo contribuirà a ridurre le emissioni di ossido d’azoto e di anidride carbonica nella regione, sostituendo circa 40mila viaggi l’anno di camion.
Il progetto per lo sviluppo del vettore marittimo è stato affidato alla società internazionale Kongsberg, leader nelle innovazioni hi-tech per il campo militare, aeronautico e navale.
Kongsberg si occuperà di fornire gli strumenti che renderanno operativo il portacontainer, dai radar ai sensori per la guida autonoma.

Il mezzo avrà una capacità di carico di 150 teu e percorrerà una rotta di circa 40 miglia, a una velocità massima di 10 nodi.

La sostenibilità non riguarda solo il mezzo, ma anche il momento di carico e scarico, che avverrà con attrezzature elettriche.

Il varo è previsto per il 2018: inizialmente è previsto un numero ridotto di addetti come equipaggio nel 2019, ma già dal 2020 l’autonomia sarà totale.
Secondo Svein Tore Holsether, presidente e ad di Yara, “con questa nuova nave container autonoma e a batteria si compie la transizione del trasporto dalla strada al mare, riducendo il rumore, le polveri sottili e migliorando la sicurezza della viabilità locale.”





A proposito di Servizi e accessori per il trasporto