Consulenza e formazione

Le smart factory portano ricchezza all'economia mondiale

18 maggio 2017
Secondo le previsioni di CapGemini, azienda leader nei servizi di consulenza, le smart factory dovrebbero migliorare l'efficienza produttiva del 27% nei prossimi 5 anni: si parla di 500 miliardi di dollari a supporto dell’economia globale.

Le fabbriche intelligenti, per implementare la produzione ma anche la qualità e la flessibilità, investono soprattutto in Internet of Things, analisi dei Big Data, robotica e intelligenza artificiale.
La collaborazione tra robot e lavoratori sarà sempre più frequente, diminuiranno i costi (sia quelli operativi che quelli relativi ai materiali).

Attualmente, a trainare la crescita delle smart factory sono quegli Stati dove le risorse finanziarie delle imprese sono adeguate: Usa, Francia, Germania e Regno Unito.
La trasformazione digitale riguarda però anche i Paesi emergenti come India e Cina.

L’impatto del cambiamento sull’efficienza e sulle competenze lavorative è profondo: l’automazione consente di ridurre l'improduttività nonché i costi, quindi la necessità di fornire ai dipendenti conoscenze digitali è sempre più urgente.
Con la richiesta di figure specializzate e qualificate, crescono anche le opportunità di occupazione, soprattutto nei quattro Paesi dove più si investe nel digital.

Altri articoli per Consulenza e formazione

Ultimi articoli per Supply Chain

Video

Vedi tutti
Dalle Aziende

Shark: un solo veicolo, tante applicazioni

28 settembre 2020
Eventi e Workshop
Logisticamente Out: il workshop in 60 secondi
29 maggio 2019
Interviste
Logistica immobiliare: un mercato in fermento
15 ottobre 2018

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Seguici su LinkedIn

Logisticamente.it