SEZIONI
Home > Formazione logistica > Corsi brevi di logistica > Calenda denuncia un ritardo del Piano Industria 4.0

Calenda denuncia un ritardo del Piano Industria 4.0

L’Industria 4.0 rende necessario investire sempre più in formazione per acquisire le skill necessarie
15/11/2017
Il ministro per lo Sviluppo economico Carlo Calenda denuncia nuovamente il ritardo di uno dei punti qualificanti del Piano Nazionale Industria 4.0, ovvero la creazione dei competence center.
“Il Piano Industria 4.0 – sottolinea Calenda – ha avuto elementi che non hanno funzionato.
Penso ai competence center sui quali siamo tragicamente in ritardo”, afferma spiegando che il ritardo è dovuto a un problema di “navetta” tra le istituzioni.

Questo ritardo dei competence center è un problema importante nel roll out del piano che il Governo ha finanziato per il secondo anno di fila, mirando questa volta in modo particolare alla formazione e al lavoro, con la nuova definizione di Impresa 4.0.
I bandi per i competence center, attesi per la fine di novembre, dovranno contare a questo punto sui 30 milioni di finanziamenti stanziati nella scorsa manovra e non utilizzati.

In occasione della seconda fase del piano Valeria Fedeli, ministra per l’Istruzione, l’università e la ricerca, ha sottolineato che è necessario riallineare le competenze e la formazione mantenendo un rapporto più diretto con le innovazioni provenienti dal sistema delle imprese.
La ministra ha, inoltre, ribadito l’importanza di formare gli studenti di oggi per permettere loro di acquisire competenze innovative che possano permettere loro di avere un rapporto con il sistema dell’economia reale.

Anche il Parlamento sostiene la necessità di investire nelle competenze: infatti, hanno constato che le nuove tecnologie possono costituire allo stesso tempo un’opportunità per lo sviluppo e un pericolo perché l’assenza di competenze specifiche può limitare lo sfruttamento di questa possibilità.
In ultimo, spetta alla legge garantire i diritti fondamentali nel mondo del lavoro come il compenso equo o il diritto alla disconnessione per permettere a tutti di poter essere parte integrante di questa fase di sviluppo nel mondo del lavoro.

Invia il tuo commento
Per lasciare il tuo commento devi prima autenticarti. Effettua ora il Login oppure Registrati
Condividi su
Logisticamente Srl
Informazione e comunicazione sulla logistica e il supply chain management
Testata registrata al tribunale di Parma autorizzazione n. 13/2005 del 26/07/2005

Piazzale Badalocchio 9/B – 43126 Parma PR
Tel. 0521 944250
Fax 0521 943033
Email servizi@logisticamente.it

P. IVA: 02238470344
Rea: 221930
Copyright © 2002 – 2018 Logisticamente Srl