Arriva l'economia dell'amicizia

Novità in vista per il settore della compravendita tradizionale

21 febbraio 2018
L’economia dell’amicizia è un nuovo modo di fare business, il cui scopo principale è la creazione di un rapporto diretto e personalizzato fra utenti e commercianti.
È, quindi, il peggior nemico di un e-commerce tradizionale, che per natura non crea nessuna relazione personale.

Con le app amiche, il cliente comunica direttamente con il rivenditore, creando un rapporto di fiducia e amicizia già nella prima fase dell’acquisto.
Le app amiche presenti sul mercato hanno già superato i 10 milioni di download e le città coinvolte aumentano quotidianamente.

Ma su quali basi poggia l’economia dell’amicizia?
In primis, il 79% dei consumatori tiene in considerazione solo le società che mostrano interesse verso di loro e il 70% dei clienti basa le proprie valutazioni sull’essere stato considerato a sufficienza durante il percorso d’acquisto.

Oltre a questo, il 94% dei clienti fa un’analisi approfondita online ancora prima di comprare, con il 20% che non prescinde dalle recensioni.
Inoltre, il 62% delle persone è raggiungibile a tutte le ore tramite gli strumenti tecnologici.

Per queste ragioni, l’economia dell’amicizia sta spostando definitivamente il potere commerciale verso i consumatori.
La differenza sta nel fatto che con l’economia dell’amicizia la personalizzazione e la qualità del servizio sono chiavi di valutazione importantissime per i clienti.

Basti pensare a Heetch, che sfida Uber con un sistema tutto nuovo.
Contatto diretto in chat con gli autisti, risposta immediata e possibilità di “conoscersi” per davvero tramite l’app, prima che l’autista si presenti fisicamente sotto casa.
E l’apprezzamento dei clienti è cristallino, con Heetch che supera Uber per numero di recensioni positive sui principali App stores.

Il caso più di successo è, però, Xtribe, app italiana che permette la compravendita rapida e sicura di prodotti e servizi fra privati, e fra privati e attività commerciali presenti sul territorio.
L’app include più di 5000 negozi fra Milano, Roma, Londra e New York (dove presto sarà quotata al Nasdaq).
A questo proposito, Xtribe ha l’importante peculiarità che il venditore possa essere contattato in maniera diretta tramite la app.

Il risultato?
Si andranno a sviluppare dei rapporti umani ancora prima di conoscersi fisicamente, avendo la possibilità di interagire e di chiedere ulteriori informazioni tramite la app.
Gli apprezzamenti per Xtribe sono già tanti, con più di 500.000 download e un’espansione annuale del 50%, molto alta soprattutto se paragonata alla crescita degli e-commerce tradizionali, che si ferma al 16%.

Dell’economia dell’amicizia sembrano coscienti anche i giganti dell’e-commerce, che aprono negozi fisici a spron battuto per stare al passo, ma commettono l’errore delle aziende italiane che in passato fornivano solo un nome e un numero di telefono.
L’economia dell’amicizia sta un passo avanti, fornendo la possibilità di interagire e di sviluppare delle relazioni personali fra persone fisiche.
Volete sapere qual è il futuro del commercio digitale secondo le statistiche?
L’economia dell’amicizia, che cresce a ritmo triplo rispetto agli e-commerce tradizionali.

Altri articoli per Direttamente dalle Aziende

Video

Vedi tutti
Interviste

Logistici e trasportatori: a noi l’attenzione! - Global Summit

30 aprile 2018
Interviste
Il vaso di Pandora nel mondo dei trasporti - Global Summit
26 marzo 2018
Eventi e Workshop
CeMAT 2018 apre le sue porte alla Fabbrica 4.0
28 febbraio 2018

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Seguici su Twitter

@logisticamente