SEZIONI
Home > Immobili Industriali e Interporti > Agenzie immobiliari logistica > Borsino immobiliare della Logistica, secondo semestre 2013.
il programma jungheinrich banner 470x400px

Borsino immobiliare della Logistica, secondo semestre 2013.

11/02/2014
In breve
World Capital, società specializzata nella consulenza immobiliare, ha realizzato la sedicesima edizione del Borsino Immobiliare della Logistica, con i valori medi di vendita e locazione degli immobili ad uso logistico nel secondo semestre 2013.
Premessa
Il mercato rallenta e le rendite risultano fra le più basse in Europa. È quanto emerge dall'analisi di World Capital sull'andamento del mercato immobiliare della Logistica nel secondo semestre 2013.

Come di consueto, la società riporta i dati relativi alla locazione e alla vendita di immobili ad uso logistico, sottolineando l'andamento dei prezzi e corredando i dati con le analisi sull'andamento storico, i rendimenti, e l'analisi SWOT, che raccoglie le informazioni da diversi gruppi immobiliari, per poter analizzare qualità, opportunità e considerazioni in riferimento al mercato logistico italiano.

Quest'anno, come spiega Neda Aghabegloo, a capo del dipartimento di ricerca di World Capital, la società ha iniziato un'analisi logistica basate sulle informazioni raccolte sugli interporti italiani, per "enfatizzare il valore degli immobili negli spazi interportuali e analizzare il ruolo della produttività a livello provinciale".

Nella seconda metà del Borsino viene analizzato il mercato a livello europeo.
Oltre al focus sugli interporti, il Borsino è arricchito da articoli, questionari, interviste, eventi, corsi di formazione.

Il tema di questo semestre ha riguardato l'"E-commerce e le sue prospettive di crescita in Italia".
Lo sviluppo rapido del cross-border e-commerce, si legge nella prefazione, ha offerto nuova vitalità al settore, ma ha anche portato un problema di ritardo nella logistica transfrontaliera e nel sistema di distribuzione.

Riportiamo, quindi, un'ampia sintesi del contenuto del Borsino, mentre per richiedere la versione integrale invitiamo a collegarsi al sito internet dedicato al Borsino Immobiliare della Logistica www.borsinoimmobiliarelogistica.it


Valori medi di locazione e vendita in Italia
Fra il primo e il secondo semestre del 2013 i valori al metro quadrato degli immobili a uso logistico hanno fatto registrare trend decrescenti, con punte per gli immobili non di nuova costruzione a Nola, Lecce, Livorno, Bergamo, Padova, Roma, Civitavecchia, Pescara e Prato.


andamento storico locazione


andamento storico vendita


Per quanto riguarda le nuove costruzioni, perdono valore gli immobili a Padova, Bergamo, Civitavecchia e Lecce. I prezzi più alti per gli immobili nuovi sono stati registrati a Milano (in media 860 euro/mq) e Prato (865 euro/mq); per l'usato, a Prato (715 euro/mq) e Firenze (700 euro/mq).



La durata media delle trattative concluse nell'ultimo semestre è stata indicata in 8 mesi per il 51%, in oltre 12 mesi nel 41% dei casi e in 3 mesi per l'8%.
I tagli principali richiesti dagli operatori sono stati tra i 1.000 e i 5.000 mq per il 52%, oltre i 5.000 mq per il 25%, e sotto i 1.000 mq per il 23%.


Il mercato immobiliare estero
Secondo l'analisi del Borsino, nei dati ottenuti in merito alle principali capitali europee della logistica confermerebbero il fenomeno di ripresa dalla crisi globale, con valori stabili o in leggero aumento. La logistica ha retto meglio di altri settori.



Le città con i valori di locazione più alti sono Oslo, con 131 euro per mq anno, Zurigo (122 euro/mq anno), Mosca (110 euro/mq anno), Londra (110 euro/mq anno) e San Pietroburgo (99 euro mq/anno).


Interporti
Nel mercato immobiliare della Logistica, per quanto riguarda gli interporti italiani, i valori di locazione più alti sono registrati all'Interporto Campano di Nola, con un valore minimo di 50 euro/mq/anno e massimo di 80 euro/mq/anno, seguito dagli interporti Amerigo Vespucci (minimo 54 euro/mq/anno massimo 60 euro/mq/anno), l'Interporto della Toscana Centrale (minimo 56 euro/mq/anno - massimo 60 euro/mq/anno), e l'Interporto di Vado Ligure (minimo 50 euro/mq/anno - massimo 63 euro/mq/anno).


E-commerce e prospettive di crescita
Tra le differenze strutturali più rilevanti tra un magazzino e-commerce e uno tradizionale, l'attività di e-commerce dell'ultimo miglio necessita di sistemi ESFR Sprinkler e di una maggiore altezza del soffitto, mentre l'attività di e-commerce operative nel regional district center necessita, oltre ai sistemi sprinkler, anche di capacità di cross-docking.

Mentre l'attività e-commerce dell'ultimo miglio puà essere idonea ad un magazzino classico, nel regional district center l'e-commerce necessita di un magazzino adattato. La posizione migliore, nel primo caso vicino a fedex o Ups o hub simili, nel secondo caso è nei pressi delle arterie, degli hub per le merci, dei porti e delle ferrovie.


Condividi su
Oppure
Invia il tuo commento
Per lasciare il tuo commento devi prima autenticarti. Effettua ora il Login oppure Registrati
Logisticamente Srl
Informazione e comunicazione sulla logistica e il supply chain management
Testata registrata al tribunale di Parma autorizzazione n. 13/2005 del 26/07/2005

Piazzale Badalocchio 9/B – 43126 Parma PR
Tel. 0521 944250
Fax 0521 943033
Email servizi@logisticamente.it

P. IVA: 02238470344
Rea: 221930
Copyright © 2002 – 2018 Logisticamente Srl