Sistemi di magazzino

I carrelli elevatori, fra formule di noleggio ed ecologia.

11 settembre 2012
In breve
Con questo articolo iniziamo una serie di approfondimenti sui carrelli elevatori: fra crisi economica, difficoltà delle imprese ad accedere al credito, necessità di ridurre gli oneri economici e l'impatto ambientale, nelle prossime settimane ci occuperemo di indagare su cosa sia cambiato nel settore dei carrelli elevatori.
Partiamo dal fare quattro chiacchiere con Stefano Robotti, Product Manager Linde MHI, su alcune dinamiche principali degli ultimi anni.
Premessa
I carrelli elevatori: quali sono le ultime novità? In che direzione sta andando il settore?
Quali passi avanti abbiamo compiuto nella direzione della riduzione dell'impatto ambientale e dei costi di esercizio? E poi... li compro o li noleggio?

Cominceremo a fornire qualche risposta a domande che pensiamo siano in molti a porsi oggi, con Stefano Robotti, Product Manager di Linde MHI.

Linde Material Handling Italia, filiale nazionale del Gruppo Linde Material Handling, celebra quest’anno 50 anni di presenza sul mercato italiano, di cui è tra i leader indiscussi, con una capillare struttura commerciale e di assistenza, composta da 24 concessionarie ed una filiale diretta a Milano. Ogni giorno, oltre 800 collaboratori qualificati e compenti sono al servizio del marchio Linde e dei suoi clienti.


Conversazione con Stefano Robotti
1) Come si è modificato il settore dei carrelli elevatori negli ultimi tempi in termini di competitor e quote di mercato in Italia, in Europa e nel mondo?
Il mercato dei carrelli elevatori è cambiato in modo radicale negli ultimi anni.
Il nostro paese è sempre stato territorio di piccole imprese costruttrici di successo, che hanno notevolmente contribuito alla crescita tecnica e commerciale del settore stesso.
Se guardiamo le statistiche, è evidente come il mercato sia in netta contrazione, soprattutto in Europa e in Italia.
Nonostante questo trend, Linde si conferma in crescita.
I protagonisti sono i grossi produttori a discapito dei competitor minori, che soffrono l'alto livello di qualità e servizio richiesto dal mercato.
Il principale cambiamento si è cominciato ad intravvedere 10-15 anni fa, quando le principali aziende cominciarono a trasformarsi in fornitori di servizi e non solo di macchine.
Il noleggio come alternativa alla vendita e le varie formule contrattuali di service sono solo un paio di esempi.
Ultimamente, questa tendenza è diventata una necessità per le aziende che vogliono rimanere leader.
Il mercato è diventato molto meno prevedibile; la domanda altalenante, legata alla carenza di liquidità, ha dato origine ad uno scenario in continuo cambiamento.
Linde, grazie ad una politica aggressiva di investimenti, mirata ad incrementare servizio e consulenza al cliente, rimane protagonista d'eccellenza sul mercato mondiale, perseguendo una politica di qualità, ergonomia e sostenibilità ambientale, caratteristiche imprescindibili per Linde Material Handling.

2) Ci sono settori industriali per i quali la domanda di carrelli elevatori ha fatto registrare forti oscillazioni, sia in negativo sia in positivo? Quali?
Si evidenzia un calo di richieste per il settore industriale produttivo, dove l'impiego delle macchine termiche è sempre stato importante.
Di contro, si registra un notevole incremento dei volumi nel mondo dei servizi logistici e trasporti con conseguente richiesta di macchine elettriche e in particolare "da magazzino".

3) Quali sono le formule che vanno per la maggiore: noleggio oppure acquisto dei mezzi?
Per far fronte alla richiesta di flessibilità del mercato ed alla carenza di liquidità, la principale formula contrattuale oggi risulta essere il noleggio.
Linde sta affrontando in modo strutturato il mercato con diverse formule; in particolare, per rispondere alle richieste dei nostri clienti in modo sempre più dinamico e flessibile, abbiamo organizzato una flotta per noleggio a breve (STR).

4) La domanda è sempre maggiormente orientata a mezzi il più possibile efficienti ed ecologici: che impatto ha avuto e potrà avere questa esigenza sull'offerta di carrelli con alimentazione diesel rispetto a quelli alimentati ad energia elettrica?
Linde è da sempre attenta alla sostenibilità ambientale e in parallelo all'efficienza, ai consumi e alle emissioni.
Da anni affrontiamo il tema dei consumi e dell'energia, con l'obiettivo di incrementare le prestazioni delle macchine a fronte di una costante riduzione dei costi di esercizio.
Il nostro centro Ricerca & Sviluppo sta studiando nuove soluzioni tecnologiche, che possano offrire migliori prospettive nella motorizzazione, atte ad ottenere benefici per l'azienda e per l'ambiente.
A tal proposito, desideriamo portare come esempio la commercializzazione del carrello a metano.

5) Quali sono le tipologie di carrelli che vi vengono maggiormente richieste dal mercato? E quali le dotazioni tecnologiche che vanno per la maggiore?
Carrelli elettrici, specialmente da magazzino, con applicazioni relative alla movimentazione merci per intralogistica.
Le principali dotazioni richieste sono relative all'ergonomia, alla facilità di impiego ed all'efficienza in termini di produttività e consumi.

6) Quale è la sua impressione sull'organizzazione logistica delle aziende italiane? E di quelle straniere, se le conosce?
La Logistica in Italia non ricopre ancora l'importanza che dovrebbe ed è un problema culturale.
Non esiste ancora la piena consapevolezza del ruolo determinante che gioca un fluido sistema di movimentazione delle merci, sia che si parli di supply chain interna che di distribuzione.
In Italia stiamo finalmente iniziando ad investire anche a livello di infrastrutture, ma la strada è ancora lunga e tortuosa…

7) Quest'anno Linde festeggia 50 anni di attività: che iniziative avete in programma e quali obiettivi vi proponete di raggiungere?
50 anni sono un traguardo che testimonia solidità ed esperienza consolidata, ma soprattutto rappresenta un trampolino di lancio verso il futuro.
Futuro in cui Linde Material Handling Italia intende affermare ancora una volta il suo ruolo di protagonista nella fornitura di prodotti, servizi e soluzioni per i clienti.
Oltre ad una giornata di festa dedicata a tutti protagonisti del successo del nostro marchio, Linde MH Italia ha lanciato un'esclusiva linea di carrelli in tiratura limitata, firmata 50°.
Si tratta di cinque best seller nella gamma degli elettrici, termici e da magazzino che diventano la Serie Anniversario 2012 e propongono al mercato nuovi standard in termini di sicurezza, comfort e risparmio energetico grazie ad equipaggiamenti superiori.


Altri articoli per Sistemi di magazzino

Ultimi articoli per Magazzino

Sistemi di magazzino

WoMH 2018: un mondo di Material Handling

14 giugno 2018
Sistemi di magazzino

Vellezzo, sbarca una nuova logistica

01 giugno 2018
Hardware and Software per il magazzino

Pro-Vision spiega cosa significa dotarsi di un WMS

31 maggio 2018
Sistemi di magazzino

Diadora affida la logistica a DHL

18 maggio 2018
Sistemi di magazzino

Truccazzano, ePrice rende automatizzato il magazzino

13 maggio 2018
Hardware and Software per il magazzino

Biraghi punta ad armonizzare il business con SAP S/4HANA

27 aprile 2018
Hardware and Software per il magazzino

Un bel magazzino? Serve un bel software!

23 aprile 2018
Hardware and Software per il magazzino

La gestione dei resi: è possibile ottimizzare i processi e ridurre gli spre...

16 aprile 2018
Hardware and Software per il magazzino

Leuze Electronic, nuovo lettore di codici DCR 85

13 aprile 2018

Video

Vedi tutti
Interviste

Logistici e trasportatori: a noi l’attenzione! - Global Summit

30 aprile 2018
Interviste
Il vaso di Pandora nel mondo dei trasporti - Global Summit
26 marzo 2018
Eventi e Workshop
CeMAT 2018 apre le sue porte alla Fabbrica 4.0
28 febbraio 2018

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Aziende

Vedi tutte

Ti presentiamo alcuni tra i migliori fornitori di servizi logistici

Seguici su Twitter

@logisticamente