SEZIONI
Home > Soluzioni per il magazzino > Unità di carico > L’outsourcing logistico nel settore del largo consumo. Processi e interazioni nella gestione dei pallet
Prevedere la domanda e pianificare le scorte

Sono questi i presupposti di una buona logistica

Da oggi li puoi ottenere grazie a Thinking Pack, il software per la programmazione e il controllo delle scorte di qualsiasi magazzino distributivo o stabilimento produttivo.

Continua »

L’outsourcing logistico nel settore del largo consumo. Processi e interazioni nella gestione dei pallet

12/01/2009
In breve
Questo volume, pubblicato nel novembre 2008 da Il Sole 24 Ore Spa, costituisce un'indagine rivolta al settore dei servizi logistici conto terzi con particolare riferimento alla gestione dei pallet: un problema generale, ma sostanzialmente non risolto in modo brillante da nessuno. Gli autori sono i professori di logistica Fabrizio Dallari e Gino Marchet, prefazione di Giovanni Leonida.

Premessa
Questo volume, intitolato L'outsourcing logistico nel settore del largo consumo. Processi e interazioni nella gestione dei pallet tra gli attori della filiera e pubblicato nel novembre 2008 da Il Sole 24 Ore Spa, costituisce un'indagine rivolta al settore dei servizi logistici conto terzi con particolare riferimento alla gestione dei pallet.

Gli autori sono Fabrizio Dallari e Gino Marchet: il primo professore di Logistica e Supply Chain Management presso l'Università Carlo Cattaneo LIUC, dove dirige il Centro di Ricerca sulla Logistica (C-Log); il secondo professore ordinario di Logistica e Impianti Industriali e direttore degli Osservatori Material Handling e Intelligent Transporation System presso il Politecnico di Milano.

Dice bene Giovanni Leonida quando afferma, nella prefazione, che si tratta di un libro "difficile" da scrivere: indagare su un meccanismo di difficile funzionamento come il giro dei pallet, infatti, è «un mal di testa per chiunque», visto che si tratta di un problema generale, ma sostanzialmente non risolto in modo brillante da nessuno.

Recentemente il C-Log dell'Università Cattaneo Liuc e il Politecnico di Milano, con il patrocinio di Assologistica, hanno svolto un'indagine sul ruolo dei pallet presso gli operatori logistici: se si considera che un pallet Epal ha raggiunto il valore di 9 euro, e se si considera che tutte le aziende intervistate operanti nel settore della logistica dei beni di largo consumo vedono transitare, ogni anno, in media dalle 500.000 al milione di unità di carico pallettizzate, è evidente come la "questione pallet" sia prioritaria per chi si occupa di logistica.


La questione dei pallet e gli operatori logistici

Lo scambio alla pari di pallet Epal è la metodologia di gestione del parco pallet più comune nel settore della distribuzione moderna in Europa, fatta eccezione per paesi come Regno Unito, Francia e Spagna in cui è molto diffuso il sistema di noleggio dei pallet (pallet pooling), con particolare riferimento al settore dei beni di largo consumo.

In Italia, il sistema Epal è a regime su tutto il territorio dal 2003, ma tuttora presenta criticità e inefficienze in fase di gestione: l'interscambio pallet infatti, che dovrebbe essere a livello teorico un circuito chiuso (si tratti di scambio immediato oppure differito mediante buoni pallet), in realtà presta il fianco al fenomeno della fuoriuscita di pallet dal sistema, che da tempo alimenta un mercato parallelo procurando forti difficoltà al meccanismo dello scambio alla pari.

In particolare, nel circuito dei beni di largo consumo una buona parte del costo dei pallet grava sui produttori, mentre a livello di filiera le politiche della loro gestione vengono definite dalla Gdo, che in virtù del proprio potere contrattuale può permettersi di respingere eventuali supporti o imballaggi non idonei alla catena produttiva progettata (pallet a perdere o a noleggio) adducendo problematiche inerenti alla sicurezza di movimentazione.

In questo caso, l'anello debole della catena sul quale maggiormente grava la gestione dei pallet è la categoria degli operatori logistici, che da un lato subiscono le modalità e le politiche di gestione scelte dal committente, mentre dall'altro devono sottostare alle condizioni imposte dai clienti dei committenti che non li riconoscono come loro fornitori.

La ricerca ha inoltre portato alla luce come la "questione pallet" riguardi, oltre agli attori principali della supply chain dei beni di largo consumo (committenti, 3PL e Gdo), un'ulteriore figura critica: il trasportatore/vettore, al quale spesso i grandi provider di logistica integrata affidano il trasporto e vede la propria attività condizionata dalle inefficienze relative alla gestione del pallet, quali ad esempio i tempi di attesa presso i punti di consegna o la parziale perdita di capacità di carico dovuta allo stivaggio dei pallet vuoti, che compromettono la redditività.

In definitiva, questo libro prova a raccontare lo stato di salute di un vero e proprio settore industriale (quello della logistica conto terzi) attraverso un ballon d'essai quale è la gestione dei pallet.
Ne emerge uno scenario in cui gli operatori logistici occupano una posizione che li rende particolarmente esposti alle attuali inefficienze del sistema di interscambio dei pallet e per la quale non si vedono miglioramenti immediati.


La struttura del volume

Il volume, oltre alla già citata Prefazione di Giovanni Leonida e alla Premessa dei due Autori, è suddiviso in quattro capitoli: i primi due hanno lo scopo di delineare compiutamente il contesto di riferimento e le dinamiche di mercato e gestionali, mentre i restanti presentano i risultati dell'indagine sulla gestione dei pallet e sui relativi costi.

Il primo, intitolato Il settore dei servizi logistici, fornisce un quadro di insieme del settore dei servizi logistici: dopo averli classificati ed esaminato i servizi offerti dalle differenti tipologie di azienda, vengono analizzate evoluzione della domanda e dinamiche competitive, con particolare riferimento all'offerta e all'evoluzione del mercato degli operatori di logistica integrata in Italia.

Il secondo, intitolato Il pallet e la sua supply chain, analizza nel dettaglio questo fondamentale strumento della logistica, enumerando e descrivendo le principali tipologie e fornendo tutti i riferimenti normativi in materia. L'argomento viene poi completato con notizie sui produttori, riparatori e noleggiatori di pallet, proseguendo con le modalità di utilizzo e gestione e infine con le raccomandazioni Ecr Italia sull'interscambio pallet.



Il terzo, intitolato La gestione del pallet presso gli operatori di logistica integrata, segue passo passo il flusso fisico dei pallet all'interno del magazzino "pilota" degli operatori di logistica integrata presi in esame; infine il quarto capitolo, intitolato Analisi dei costi di gestione dei pallet, riporta e discute i risultati dell'indagine comparativa condotta su un panel di 10 aziende di servizi logistici operanti in Italia nel settore dei beni di largo consumo.

Il volume è completato da un'Appendice che riproduce il questionario inviato alle aziende oggetto dell'indagine e da una bibliografia di riferimento.

Autore: Fabrizio Dallari, Gino Marchet
Titolo: L'outsourcing logistico nel settore del largo consumo. Processi e interazioni nella gestione dei pallet tra gli attori della filiera
Editore: Milano, Il Sole 24 Ore Spa, 2008
Costo: 22,00 euro
Per informazioni: tel. 3022.5680 (prefisso 02 oppure 06), servizioclienti.libri@ilsole24ore.com


Autore: Emanuele Arata
Condividi su
Oppure
Invia il tuo commento
Per lasciare il tuo commento devi prima autenticarti. Effettua ora il Login oppure Registrati
Logisticamente Srl
Informazione e comunicazione sulla logistica e il supply chain management
Testata registrata al tribunale di Parma autorizzazione n. 13/2005 del 26/07/2005

Piazzale Badalocchio 9/B – 43126 Parma PR
Tel. 0521 944250
Fax 0521 943033
Email servizi@logisticamente.it

P. IVA: 02238470344
Rea: 221930
Copyright © 2002 – 2018 Logisticamente Srl