Servizio intermodale ferroviario
Servizi e accessori per il trasporto

Nasce il primo servizio intermodale ferroviario che collega lo stivale da Nord a Sud

24 gennaio 2020
È stato lanciato dal Gruppo SMET, in accordo con CFI – Compagnia Ferroviaria Italiana, il primo servizio intermodale ferroviario multistop tra il Nord e il Sud Italia, dedicato al trasporto dei semirimorchi.

Si tratta di un nuovo collegamento che unisce per la prima volta con un unico servizio intermodale ferroviario le aree produttive della Pianura Padana e del Nord Est con il Mezzogiorno del paese.

"Con l'apertura di questo nuovo collegamento ferroviario per il trasporto di semirimorchi riconfermiamo il nostro ruolo di operatore logistico intermodale e la nostra vocazione pionieristica nell'ambito dei trasporti. Grazie alla partnership con CFI e con Terminali Italia, da oggi le distanze tra Nord e Sud Italia si riducono sensibilmente, generando un notevole vantaggio competitivo per le aziende e un'importante riduzione in termini di emissioni inquinanti", spiega Domenico De Rosa, amministratore delegato di SMET.

Sviluppato in associazione con Terminali Italia di Ferrovie dello Stato, il nuovo servizio intermodale ferroviario, è in grado di collegarre il terminal di Orbassano, in provincia di Torino, con Verona e successivamente con il terminal di Bari.

Al momento sono previste 3 partenze settimanali e aumenteranno fino a 6 a partire dal mese di maggio.

"Siamo davvero felici di essere parte di questa inedita e futuristica iniziativa. Abbiamo puntato da sempre per la nostra crescita su partnership forti e solide e su progetti profondamente innovativi, che potessero dare una diversa visione del trasporto ferroviario; la splendida idea di Domenico De Rosa, ad di SMET, del primo treno multispot di semirimorchi che unisce Nord Ovest, Nord Est e Sud del Paese, ci porta assolutamente in questo solco e siamo pertanto fieri ed orgogliosi di essere al loro fianco in questa appassionante ed affascinante sfida", afferma Giacomo Di Patrizi, amministratore delegato di CFI.

Grazie a questo nuovo collegamento si avrà una riduzione di emissioni di CO₂ del 65%, poiché il servizio consentirà di trasportare tramite ferrovia oltre 270 camion a settimana, che avrebbero invece precorso il tragitto tramite autostrada.

Altri articoli per Servizi e accessori per il trasporto

Ultimi articoli per Trasporto

Trasporti nazionali e internazionali

Diminuisce il traffico di mezzi pesanti e leggeri sulle autostrade

01 aprile 2020
Trasporti nazionali e internazionali

Distribuzione merci in continua crescita

27 marzo 2020
Servizi e accessori per il trasporto

Trasporti: Volvo punta sulla qualità e confort per attrarre gli autisti

25 marzo 2020
Trasporti nazionali e internazionali

Trasporti: il futuro dei mezzi pesanti dovrà essere l’elettrico

20 marzo 2020
Trasporti nazionali e internazionali

Barilla punta sulla logistica intermodale per le spedizioni verso Germania

17 marzo 2020
Servizi e accessori per il trasporto

Coronavirus, le spedizioni continuano ma meglio se online

16 marzo 2020
Trasporti nazionali e internazionali

Logistica e trasporti: nuovo piano sanitario Sanilog per il 2020-2022

13 marzo 2020
Trasporti nazionali e internazionali

Coronavirus, Assotir: “L’autotrasporto non si fermi. Sì alla prudenza”

26 febbraio 2020

Video

Vedi tutti
Dalle Aziende

Rire Hite presenta il sistema di avviso del traffico SAFE T SIGNAL

02 marzo 2020
Eventi e Workshop
Logisticamente Out: il workshop in 60 secondi
29 maggio 2019
Dalle Aziende
Modula conquista l'azienda Solimè
06 dicembre 2019

Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter!

Ricevi gratuitamente informazioni e aggiornamenti in materia di logistica, trasporti, magazzino.

Seguici su Twitter

@logisticamente